26 settembre 2017 | 14:48

Una mostra per raccontare il rapporto tra i papi e le arti visive (cinema e fotografia) al Palazzo della Triennale

In mostra a Milano dal 3 al 18 ottobre il rapporto tra i papi, il cinema e la fotografia. Si inaugura il 2 ottobre 2017 alle 17.30 a Palazzo della Triennale la mostra fotografica Papi in soggettiva. I pontefici, il cinema, l’immaginario, patrocinata dalla Segreteria per le Comunicazioni della Santa Sede, dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, dalla Diocesi di Milano, dal Centro sperimentale di cinematografia, dalla Triennale e realizzata con il contributo di Regione Lombardia.

All’evento di inaugurazione saranno presenti Monsignor Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede; Roberto Maroni, presidente di Regione Lombardia; Andrea Cancellato, direttore de La Triennale; Daniele Menozzi della Scuola Normale di Pisa e Monsignor Davide Milani, presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo.

Papa Francesco (Foto: L’osservatore Romano)

La mostra, realizzata da Fondazione Ente dello Spettacolo, racconta, attraverso un percorso multimediale, sia la predicazione della Chiesa in materia di audiovisivo sia il modo in cui cinema e tv si sono rapportati alla Chiesa e al Papa. L’allestimento propone oltre 100 pannelli e più di 300 tra scatti di scena, fotogrammi, prime pagine e documenti, spesso inediti.

La prima sezione, ‘I Papi e il cinema’ è costituita da due sottosezioni (‘Sequenze di Storia’, da Leone XIII a Francesco, e ‘Sguardi cinematografici’, con momenti più recenti). Nella seconda sezione, ‘I papi nel cinema’, si scoprono le modalità rappresentative utilizzate dal cinema e dalla televisione per la messa in scena del corpo e della figura del Papa. Fino ad arrivare alle interpretazioni di Rodrigo de la Serna (‘Chiamatemi Francesco’) e di Jude Law (‘Young Pope’). Tre le sottosezioni: ‘Sceneggiature papali: la storia nel cinema, storie di cinema’; ‘Storie alternative: The other Pope’; ‘Biopic: dall’uomo a Pietro, da Pietro all’uomo’.

A conclusione del percorso, una postazione edicola: La rivista il cinematografo e i papi, dove si presentano alcune delle pagine più significative che il periodico di cinema più antico ha dedicato ai papi.

La mostra ha anche un sito dedicato: papisoggettiva.it.