27 settembre 2017 | 16:12

Con la risoluzione sul conflitto di interessi agenti-star inizia una nuova epoca in Rai, dice il presidente della Commissione di Vigilanza. Fico: più trasparenza sui manager, meno potere per i soliti noti

“Inizia una nuova epoca in Rai. Pochi minuti fa la Commissione di Vigilanza ha approvato all’unanimità la risoluzione che porrà fine ai conflitti d’interessi degli agenti di artisti e conduttori. È una delle questioni fondamentali che come presidente della Vigilanza Rai ho posto fin dal primo giorno e su cui la Commissione ha lavorato in questi anni”. Lo scrive su Facebook il presidente della Commissione di Vigilanza Roberto Fico. “Finalmente le cose in Rai cambieranno, perché regolamentando l’attività dei manager dello spettacolo ci sarà più trasparenza nelle trattative e apertura nell’ambito delle produzioni e dell’ideazione dei palinsesti – sottolinea -. Verrà così superato il blocco di potere che in questi anni ha fatto il bello e il cattivo tempo. Sappiamo bene che quando ci sono opacità e conflitti d’interessi, si avvantaggiano sempre le stesse persone, mortificando i talenti e la crescita anche di tanti giovani. Con questa delibera, che la Rai ora è chiamata a tradurre in pratica, si pongono al centro valori imprescindibili del servizio pubblico, anche sul piano produttivo e organizzativo. Voglio ringraziare tutti i commissari e il relatore per il raggiungimento di questo storico traguardo”.

Roberto Fico (foto Olycom)