28 settembre 2017 | 16:28

Nel “periodo di garanzia” gli ascolti del servizio pubblico hanno registrato un +0,7% nell’intera giornata, soprattutto grazie ai risultati di Rai1. Il dg Orfeo: siamo l’unica tv generalista in crescita rispetto al 2016

Dall’inizio del cosiddetto ‘periodo di garanzia’ televisivo, con la stagione autunno-inverno, la Rai e’ l’unica tv generalista a incrementare gli ascolti rispetto a un anno fa. Lo ha detto il direttore generale Mario Orfeo nel corso del Cda, oggi tenutosi a Milano, nella sede di corso Sempione, indicando +0,7% sull’intera giornata, arrivando così al 35,1%; quindi +1,6 nel daytime (salendo a 36,25) e in prima serata, anche se qui l’incremento è solo dello 0,1% che porta il tetto al 36,6%. I dati illustrati da Orfeo sono riferiti alle prime due settimane di ascolti, dal 10 settembre.

A trainare questi risultati e’ soprattutto Rai1 con il daytime che sale di quasi un punto (+0,8%) con i programmi tradizionali della mattina e la nuova formula di ‘Vita in diretta’, e con i successi dei grandi protagonisti della prima serata: Carlo Conti, Fabio Fazio, Fiorella Mannoia e poi Elio Germano nell’omaggio a Nino Manfredi. Molto positivi anche i numeri dei programmi di approfondimento giornalistico e di reportage su tutti i canali Rai.

Mario Orfeo (foto Ansa)

Dal Cda è stato dato poi parere positivo alla proposta del dg Orfeo di nominare Roberto Nepote presidente di RaiCom, mentre Gian Paolo Tagliavia è stato confermato amministratore delegato. Attualmente Nepote è direttore del Centro di Produzione Tv Rai di Torino. Conferma poi nel Cda di RaiCom per i consiglieri Pier Forleo ed Eleonora Andreatta, ai quali si aggiunge Silvia Calandrelli, direttrice di Rai Cultura.

Nel corso della stessa seduta il direttore di Radio Rai, Roberto Sergio, ha illustrato al Consiglio le linee guida dei canali della radiofonia per la stagione 2017-2018.