28 settembre 2017 | 18:25

I nerazzurri presentano la nuova Inter Media House, piattaforma multimediale al cuore del progetto Suning: puntare sulla forza del brand per accrescere la fan base internazionale. L’ad Antonello: le società di calcio sono media company

Matteo Rigamonti – La nuova era dell’Inter targata Suning passa da una rinnovata strategia di comunicazione che mette al centro la forza del brand nerazzurro per allargare la platea dei tifosi in tutto il mondo. Al cuore di questo progetto la nuova piattaforma multimediale, denominata Inter Media House, presentata questa mattina al Suning Training Centre di Appiano Gentile dall’amministratore delegato Alessandro Antonello, dal media content director Giuliano Giorgetti e da Robert Faulkner, chief communications officer.

Nuove la sala stampa e quella per le interviste video, come anche le strutture per i calciatori e lo staff, dagli spogliatoi alla palestra; luoghi dove l’Inter Media House cercherà di catturare ogni particolare della vita nerazzurra per trasformarlo in contenuto da raccontare ai suoi tifosi, anche ricorrendo ai social e alla realtà virtuale e aumentata.

Foto: Getty Images

Contenuti sempre più interattivi e fruibili non solo online, ma anche attraverso la nuova App dell’Inter, presentata questa mattina insieme al rebranding della televisione ufficiale, Inter Channel, che a 17 anni dalla fondazione cambia nome e si rifà il look diventando Inter TV.

Distribuita in Italia in esclusiva sulla piattaforma Sky, al canale 232, Inter TV raggiunge anche l’estero, grazie a una distribuzione quotidiana in Cina (attraverso PPTV) e in Indonesia (attraverso un partner di telefonia locale); ma anche grazie a un magazine bisettimanale pubblicato in 50 Paesi tra Europa, Asia, America e Africa.

“Il mondo del calcio sta cambiando”, ha spiegato l’ad nerazzurro Alessandro Antonello, “e le società di calcio stanno diventando sempre di più società di intrattenimento e media company”. L’Inter, che il 9 marzo compirà 110 anni, ne è consapevole e per l’occasione, ha aggiunto l’ad, “vogliamo proiettare il nostro brand al di fuori del territorio italiano”.

Foto: Getty Images

A tracciare la strada da percorre è il chief communications officer Robert Faulkner: “dobbiamo essere rilevanti creando esperienze e contenuti sempre più ingaggianti e ispirazionali per valorizzare il senso di appartenenza, la fede, che le persone hanno nei confronti del nostro Club”.

Di certo, come ha precisato Giorgetti, le opportunità non mancheranno all’Inter in questa nuova sfida perché “il calcio, con i suoi 3,5 miliardi di appassionati in tutto il mondo, è la più grande industria di intrattenimento, nonché la community più ampia, e ciò rappresenta un grande valore per noi”.

Il video di presentazione della nuova Inter Media House: