29 settembre 2017 | 8:31

Rai investe sulla radio. Rai Play, Dab+, app, canali verticali e un nuovo sound. Il direttore Sergio: nuova stagione nel segno di innovazione e qualità. Piscopo: raccolta adv +4,2%, meglio del mercato

La Radiofonia firmata Rai fa un passo in avanti, va alla ricerca di un pubblico sempre più ampio e attento. Lo fa seguendo le linee guida che la hanno fino ad oggi caratterizzata inserendo elementi di forte innovazione su tutti i canali a disposizione senza tralasciare il web e i social. Questo è emerso oggi in occasione della presentazione dei palinsesti di Rai Radio alla presenza della Presidente Monica Maggioni, del Direttore Generale Mario Orfeo e del Direttore di Rai Radio, Roberto Sergio.

Mario Orfeo e Roberto Sergio

Mario Orfeo e Roberto Sergio

Ci sarà una accelerazione sugli investimenti tecnologici che porterà al miglioramento della ricezione in Fm e alla copertura della rete autostradale con il Dab+ già nel 2018 e, a breve, verrà proposta la nuova piattaforma web e app totalmente rivisitata, sulla scia del successo di Rai Play mentre oltre allo spin off di Radio 2, la Direzione di Rai Radio sta lavorando anche su Radio 1 e Radio 3 sui rispettivi canali specializzati digitali.
Per arrivare al pubblico con sonorità ben definite, è stata avviata un’operazione per ricondurre a un’unica matrice Rai l’immagine e il suond dei canali, pur nel rispetto delle differenze fra canali. Operazione già realizzata sui cinque canali specializzati.

RADIO1

La coppia Lauro e Sabelli Fioretti si ritrova ad ‘Un giorno da pecora’. In arrivo l’app ‘You Radio1’

“Siamo riusciti a ricomporre una coppia storica della radio italiana” sono le parole di Gerardo Greco, nuovo Direttore di Radio1 Rai e dei Gr 1 2 e 3, alla presentazione del nuovo palinsesto che partirà il prossimo 2 ottobre.

Il riferimento è chiaro: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, tornano insieme a fare radio. Questa volta però in una nuova veste: quella di ‘Senza Titolo’, una lettura dei giornali leggera e ironica che passa al setaccio i quotidiani in edicola e online (dal lunedì al venerdì dalle 10.07 alle 10.27). E’ una delle tante novità di Radio1 al via da lunedì prossimo sulle frequenze del primo canale che si incardineranno all’interno di un programma di informazione fatto ogni giorno di 40 giornali radio.
L’App You Radio1
Il cambiamento non riguarderà solo l’etere: nasce l’app YouRadio1. Un nuovo modo di ascoltare la radio, un servizio di Gr personalizzato e on-demand disponibile per gli utenti registrati della piattaforma digitale Rai Radio: gli ascoltatori potranno crearsi il proprio Gr dedicato esclusivamente ai temi di loro interesse per ascoltare quando e dove vogliono le ultime notizie potendo definire anche l’ordine di priorità in base al quale saranno ordinati i temi delle notizie inserite nel servizio.

Le Novità del mattino

L’informazione di Radio1 comincerà alle 5 del mattino, prima di tutti gli altri. Si partirà all’alba con ‘PrimaRadio1’ la rassegna stampa dei giornali in edicola con Giulia De Cataldo e la musica scelta da Gian Maurizio Foderaro (dal lunedì al venerdì dalle 5 alle 6).

Seguirà ‘6suRadio1’: Giovanni Acquarulo e Carlo Cianetti, si alterneranno al microfono e daranno il buongiorno all’Italia raccontando dove va la giornata l’attualità, le notizie dal mondo, ma anche la cronaca e la società, il tutto mescolato con l’interazione con gli ascoltatori (dal lunedì al venerdì dalle 6 alle 7).

Comincerà presto la giornata di Giorgio Zanchini, da quest’anno un’ora prima. Alle 7:30, dopo il Gr, andrà in onda Radio anch’io, l’approfondimento di attualità di Radio1 nato nel 1978 (una delle trasmissioni più solide e longeve della radio italiana) che mette a confronto I protagonisti della politica, dell’economia, della vita sociale, culturale e religiosa a con i cittadini sui grandi temi di attualità (dal martedì al venerdì dalle 7:30 alle 10:00).

Dopo Senza Titolo, la sfrontata rassegna stampa di Giorgio Lauro e Claudio Sabelli Fioretti, dalle 10,35 sarà la volta di un altro punto di riferimento di Radio1: La radio ne parla, il programma al servizio dei cittadini quest’anno condotto da Francesca Romana Ceci ed Eleonora Belviso.

Spazio alle emozioni con Tre di Cuori

Tra le 11:30 e le 12:55 una delle novità più originali sarà ‘Tre di cuori’: Claudio Sabelli Fioretti con Adriano Panatta e Nicoletta Simeone, tutti i giorni si incontrano sulle onde di Radio1 per parlare dei fatti del mondo con un’attenzione particolare ai sentimenti, ai problemi di cuore, ai rapporti di coppia. Un viaggio dentro l’universo sconosciuto dell’amore e delle emozioni.

La satira, Un giorno da pecora

A pranzo il talk show più irriverente di satira politica Un giorno da Pecora dalle 13:30 con Giorgio Lauro e Geppi Cucciari.

Il pomeriggio di Radio1, il racconto della realtà

Nel primo pomeriggio ‘Fuori Gioco – oltre la linea della notizia’, nuovo contenitore pomeridiano di Radio1 fatto di sport, notizie e musica. E un racconto della giornata con uno sguardo disincantato – e ospiti non convenzionali – che parte dagli studi di Saxa Rubra e arriva all’esterno, grazie alle irriverenti incursioni di Rosanna Sferrazza. Inviata nel traffico delle nostre città a bordo di un auto elettrica sponsorizzata Radio1, farà entrare la voce dei cittadini. In studio Guido Ardone, Gianluca Santoro e John Vignola a cui è affidato il contrappunto musicale. (dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 17.00).

Mangiafuoco, un nuovo format di narrativo radiofonico

A seguire, nella programmazione, una trasmissione che vuole sperimentare l’incrocio tra cronaca e narrazione: ‘Mangiafuoco’, un approfondimento della notizia del giorno nella forma di un nuovo format di narrativo radiofonico (anche orientato al podcast), affidato a tre voci che sono anche tre penne. Con Angela Mariella, Camilla Baresani e Sandro Dazieri (dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 17.45).

I capisaldi del pomeriggio

Confermati altri due pilastri di Radio1: dalle 18 con Emanuela Falcetti ed il suo ‘Italia sotto inchiesta. Subito dopo Giancarlo Loquenzi condurrà ‘Zapping’, in onda dal 1994: I fatti del giorno messi in fila a fine giornata al ritmo dei titoli dei telegiornali.

I programmi serali

La programmazione serale vedrà la conferma di ‘Ascolta si fa sera’, rubrica di informazione religiosa costruita attraverso le conversazioni e il dialogo con interlocutori di diverse confessioni e l’approfondimento sportivo di ‘Zona cesarini’.
Per quanto riguarda la programmazione notturna, dopo il gr della mezzanotte), Stefano Mensurati condurrà ‘Tra poco in edicola’, la rassegna stampa notturna di Radio1 per conoscere in anteprima, quando i giornali non sono ancora in edicola, le prime pagine dei principali quotidiani e settimanali italiani. E poi un grande ritorno, ‘Stereonotte’, viaggio nella musica italiana e non. Quattro conduttori (Silvia Boschero, Max De Tomassi, Francesco Adinolfi e Mauro Zanda) si alterneranno dall’1:30 ogni notte dal lunedì alla domenica ognuno con il proprio stile, alla ricerca delle sonorità più interessanti.

Il weekend Radio1: spazio allo sport, alla società e alla fede

Profondamente rinnovata l’offerta di Radio1 per il weekend con programmi che vanno a toccare le tematiche più ampie, dallo sport alla cultura, dall’economia alla salute, dalle nuove tecnologie all’Europa come se la giornata radiofonica fosse un magazine da sfogliare. Si ritroveranno dunque in onda: Mary pop, Eta Beta, Extratime, Manuale dìEuropa, Il pescatore di perle, Sciarada, Coltivando il futuro, Il pescatore di perle, Vittoria, L’ora di religione, Life, Culto evangelico, Est Ovest, Non sono obiettivo e naturalmente gli appuntamenti storici del fine settimana di Radio1, Inviato speciale e Tutto il calcio minuto per minuto. La trasmissione che ha debuttato nel 1959 si trasferirà da gennaio in via Asiago per andare in onda dalla leggendaria Sala A con la partecipazione del pubblico in trasmissione.
A tutta questa offerta si aggiungeranno sempre nel fine settimana: In viaggio con Francesco, rassegna stampa nazionale e internazionale di padre Enzo Fortunato su Papa Francesco e Sette su sette, che selezionerà le novità musicali più interessanti degli ultimi sette giorni (Sabato e Domenica dalle 5:00 alle 6:00 del mattino).
RADIO2

Conferme e novità on air. Pif&Astori e il giro d’Italia

Inizia la mattina presto la proposta on air di Rai Radio2: tra le 5 alle 6, in diretta ci sarà Natascha Lusenti con ‘Ovunque6 XS’, a cui seguirà Caterpillar Am con Filippo Solibello, Marco Ardemagni, Claudia De Lillo e Cinzia Poli che, da Milano, passeranno la linea a Roma a ‘Il Ruggito del coniglio’ di Dose e Presta che partirà sempre alle 7.45 e in un formato “extralarge”, in onda fino alle 10.30 con rubriche e novità: dediche d’amore, sostegno psicologico semiserio, ‘L’oroscopo del giorno prima’, lo spazio di fanta-approfondimento giornalistico ‘Coniglio7’ e le previsioni del futuro di ‘Coniglierò’. ‘Radio2 Social Club’, il programma di Luca Barbarossa e Andrea Perroni, sarà il ‘centro della mattina’: il programma inizierà alle 10.30 e terminerà alle 12 con la Social band di Stefano Cenci, musica live, dirette FB e super ospiti. Sempre tra le novità, alle 14.30, sarà la volta degli “inviati speciali” Katamashi e Gianluca Gazzoli con ‘KGG’, in un giro virtuale su fatti e curiosità dal mondo. Pif e Michele Astori con ‘I provinciali’, dal lunedì al giovedì in onda nel solito orario, faranno il ‘giro d’Italia’ ogni venerdì con uno speciale di un’ora dalle 17.30 alle 18.30 e in collaborazione con la Tgr, una volta al mese, dirette dalle redazioni regionali.
Gino Castaldo arriva a Radio2 e insieme a Ema Stokholma, con ‘Back2Back’, accompagneranno gli ascoltatori in un viaggio musicale tra nuove tendenze, grandi classici e racconti dal mondo dello spettacolo: dal lunedì al venerdì, dalle 21 alle 22.30. Nel fine settimana arriverà ‘Girl Solving’ con AliceLikeAudrey e Camihawke. Loro inizieranno le trasmissioni alle 15.30. A seguire arriveranno Sabrina Nobile e Paolo Calabresi con ‘Senti che Storia!’ dalle 17 alle 18, ‘Gli Sbandati di Radio2’, programma crossmediale con Rai2, condotto da Melissa Greta Marchetto e Matteo Bordone, dalle 18 alle 19.30 e ‘Let’s Dance’, con Massimo Cervelli alle 22, con una playlist disco/dance e tematica per ballare “appassionatamente”.
Confermati e implementati tutti i programmi ‘cult’ della settimana e del week end: ‘Non è un paese per giovani’ con Giovanni Veronesi e Max Cervelli inizierà alle 12 mentre ‘610’ con Lillo, Greg e Alex Braga sempre alle 13.45. ‘I sociopatici’ con Andrea Delogu, Gianfranco Monti e Claudio De Tommasi dalle 16 alle 18, ‘Caterpillar Pm’ con Massimo Cirri e Sara Zambotti dalle 18.30 alle 20. E ancora ‘Decanter’ con Fede e Tinto e Claudio Cerasa alle 20, le storie di Matteo Caccia, con ‘Pascal’, dalle 22.30 alle 23.30. ‘Me anziano you tubers’ dove, insieme a Claudio Di Biagio e Federico Bernocchi, arriveranno grandi personaggi al microfono, per un confronto generazionale molto originale, dalle 23.30 alle 00.30. La musica di Pier Ferrantini e Carolina Di Domenico con ‘Rock’n Roll Circus’, dalle 00.30 all’1.30 e ‘Musical Box’, con Raffaele Costantino, dall’1.30 alle 2.30 e ‘2Night’’ la notte con Riccardo Pandolfi, dalle 2.30 alle 4.30.
Il week end tra territorio, musica, sport e divertimento
Amopiata e rinnovata l’offerta del fine settimana targarto Radio2 con ‘Radio2in un’ora’, dalle 5 alle 6, con Francesca Parisella, ‘Ovunque6’ a seguire, con Natascha Lusenti e Federico Bernocchi, dalle 6 alle 7.30, il mitico ‘Blackout’ di Enrico Vaime, con Edoardo Ferrario, Federica Cifola, Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, dalle 7.43 alle 9, ‘Miracolo Italiano’ con Fabio Canino e Laura Piazzi, dalle 9 alle 10.30, ‘Italia nel Pallone’, con Malcom Pagani, Savino Zaba dalle 12 alle 13.30, il grande Nino Frassica con ‘Programmone’, dalle 13.45 alle 14.30, ‘Hit Story’ con Tiberio Timperi, dalle 14.30 alle 15.30, ‘Ettore’ con Michele Dalai, dalle 19.45 alle 21, ‘Bella Davvero’, con Catia Donini e Costantino D’Orazio, dalle 21 alle 22, ‘Babylon’, con Carlo Pastore, dalle 23 alle 24, ‘Radio2 in the mix’, con Lele Sacchi, dalle 00 all’1.30.
Radio2 live, la musica si fa dal vivo
In presa diretta tornerà ‘Radio2 live’, il format di concerti dalla Sala B di Via Asiago in Roma. Le porte degli studi si apriranno ad alcuni tra gli artisti più originali e di successo della scena pop italiana: da Giorgio Poi venerdì 6 ottobre a Gue Pequeno il 13 per arrivare a Fask, Carl Brave x Franco126, Joan Thiele e e Selton A condurre dal palco di Radio2 Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini.
RADIO3
Cultura, Italia, Europa e Mondo: 4 parole chiave per essere ‘unici’

Rai Radio3 rafforzerà la sua identità culturale attraverso le trasmissioni quotidianamente impegnate nel racconto di quanto accade in Italia e nel mondo, con la presenza nelle manifestazioni culturali più importanti e con l’organizzazione diretta di una rete di festival, occasioni che rispondono a un particolare impegno del servizio pubblico: raccontare la cultura a partire dai territori dove nasce.

Parallelamente, Radio3 proseguirà ad investire nel rinnovamento della propria offerta con due nuove trasmissioni appena entrate a fare parte del palinsesto del week end: “Tutta l’umanità ne parla”, talk show surreale che interroga le menti del passato, da Platone a Flaubert, da Gandhi a Tolstoj sui grandi temi dell’attualità, e “L’isola deserta”, che ogni settimana chiede a un ipotetico naufrago quale libro, disco o film porterebbe con sè. Tra i primi naufraghi, Corrado Augias e Andrea Camilleri.

Radio3 espanderà, poi, il suo palinsesto nella Notte, con una selezione dei programmi andati in onda nella giornata. Dalla rassegna delle pagine culturali di “Pagina3″ a “Fahrenheit”, passando per “Tutta la città ne parla” e per i programmi di approfondimento “Radio3Mondo” e “Radio3Scienza”, ogni giorno verrà composta una scaletta notturna per accompagnare gli ascoltatori dalle 2.00 alle 6.00 del mattino.

Proseguiranno le dirette dalla storica sala A di via Asiago di Roma: spettacoli teatrali e concerti si confermano un appuntamento atteso dagli appassionati della radio. Sempre in crescita l’attenzione nei confronti dei nuovi formati: la creazione di un’offerta editoriale specifica per il web si accompagnerà a un progressivo ampliamento delle modalità di fruizione dei contenuti radiofonici, alcuni dei quali disponibili anche in versione video e in ebook. Molto vivo lo scambio con gli ascoltatori che, costantemente aggiornati attraverso il sito, la newsletter e i social network, non mancano di mostrare, come testimoniano gli account Facebook e Twitter, un legame eccezionalmente forte con la rete.

Roberto Sergio (Foto: Olycom)

Radio specializzate

Molte le novità che Rai Radio proporrà con il nuovo palinsesto delle emittenti specializzate digitali ascoltabili su web, app, radio digitali Dab+ e anche su digitale terrestre o satellite. Già dal 25 settembre è in onda il segnale orario su tutti i canali, mentre a ottobre arriveranno il meteo e le notizie sul traffico. Per quanto riguarda le novità editoriali, Rai Radio Classica proporrà ‘Incontri’ dove un artista racconterà le sue musiche e il dietro le quinte della Classica. La prima sarà il soprano, oggi importante doppiatrice, Fiamma Izzo. Una volta a settimana, “Next” darà invece spazio ai giovani musicisti esordienti. Rai Radio Kids sarà la rete ufficiale dello Zecchino d’oro e preparerà una galleria di pillole in cui personaggi noti della musica ma non solo raccontano la propria canzone del cuore dello Zecchino. Su Rai Radio Live, tra le diverse novità, da segnalare Osvaldo Bevilacqua che racconterà il territorio da esplorare con suggerimenti e consigli. Rai Radio Techete’ ospiterà personaggi del mondo dello spettacolo che racconteranno il proprio archivio radio. Primo ospite: Michele Mirabella. Rai Radio Tutta Italiana, dal canto suo, arriverà agli ascoltatori anche con ‘La mia storia tra le note’, la playlist dei volti noti: primo ospite sarà Tiberio Timperi.

“La nostra offerta radiofonica digitale – spiega Roberto Sergio, Direttore di Rai Radio – è completa e di qualità. Per la nuova stagione abbiamo scelto di proporre al nostro pubblico un tratto di continuità iniziando con volti noti e voci inconfondibili capaci di dare un indirizzo deciso alla nostra offerta, anche multimediale, nel segno della Rai”.

 

Fabrizio Piscopo (foto Olycom)

Fabrizio Piscopo, amministratore delegato di Rai Pubblicità (foto Olycom)

Rai Pubblicità

L’Amministratore Delegato di Rai Pubblicità Fabrizio Piscopo ha focalizzato il suo intervento sulla qualità editoriale di Rai Radio, da sempre radio di contenuti, non di flusso, e di programmi che sono appuntamenti, grazie all’energia creativa e professionale di conduttori che sanno allacciare relazioni durature con i propri ascoltatori. La qualità di Rai Radio è stata anche certificata dalla ricerca che GFK ha effettuato nel 2016 in cui il 75% degli intervistati ha espresso buoni e ottimi giudizi sui suoi programmi.

Il pubblico radiofonico di Rai Radio – dice Piscopo – è leader nel nuovo Target Spendenti, costituito dal 67% degli Italiani che appartiene alla classe economica media e medio-alta. Il loro reddito è due volte e mezzo quello del rimanente 33% ed equivale all’85% del potere d’acquisto del totale Italia.
Il pubblico di Rai Radio è inoltre leader nel Target di consumo, ossia di chi acquista prodotti di marca, specialmente nelle fasce di età over 35, e nel Value Planning, che si riferisce a coloro che condividono i valori del brand commerciale (GFK TSSP 2017).

Rai Pubblicità, grazie a una impaginazione sapiente e al basso affollamento pubblicitario, valorizza la percezione positiva dello spot in radio a beneficio del ricordo (GFK Eurisko). L’elevata attenzione del pubblico di Rai Radio risulta ulteriormente rafforzata nelle pianificazioni crossmediali di Rai Pubblicità (Radio Compass 2017). Pianificazioni che determinano anche un incremento della reach del 20% (C.A.T. GFK Mediasoft).

L’offerta commerciale Radio – prosegue Piscopo – prevede modalità di comunicazione originali e innovative come i Progetti Speciali, pensati ad hoc, che si avvalgono della collaborazione dei conduttori dei programmi. Non mancano, inoltre, gli Eventi con brandizzazioni, operazioni sul territorio e attività specifiche che assicurano grande visibilità agli investitori.

Ottime le aspettative commerciali per il prossimo futuro, conclude Piscopo, tenuto anche conto che Rai Radio nel periodo gennaio – agosto 2017 ha registrato un +4,2%, incremento superiore a quello del totale mercato del +3,2%.