02 ottobre 2017 | 11:31

In programma il 3 ottobre dal molo di Lampedusa ‘Noi qui’, il concerto per ricordare le tragedie dell’immigrazione

Martedì 3 ottobre, dal molo della stazione marittima Cavallo Bianco dell’isola di Lampedusa, è in programma ‘Noi qui’, il concerto organizzato in occasione della quarta ‘Giornata della Memoria e dell’Accoglienza’, che avrà come protagonistila Fondazione O’Scià Onlus e il Comune di Lampedusa e Linosa, insieme a Claudio Baglioni, accompagnato dalla Banda della Polizia di Stato diretta dal Maestro Maurizio Billi, i 40 elementi del coro Giuseppe Verdi di Roma, condotto da Elena Masini con la direzione artistica di Marco Tartaglia, e Paola Saluzzi.

Divenuta ricorrenza per legge dello Stato Italiano, La ‘Giornata della Memoria e dell’Accoglienza’ è nata per commemorare le tragedie delle migrazioni di ogni tempo e ricordare il naufragio del 3 ottobre 2013, quando al largo delle coste di Lampedusa hanno perso la vita 368 persone.

Claudio Baglioni (foto: Alessandro Dobici)

Il cantautorea, a cui recentemente è stata affidata la conduzione e direzione artistica del prossimo festival di Sanremo, nel 2003 nelle isole Pelagie ha creato un festival di musica e arti popolari, ‘O’Scia’ (Odori, Suoni, Colori d’Isole d’Altomare, ma anche una parola in dialetto locale lampedusano che significa letteralmente “fiato mio”). Obiettivo dell’iniziativa, divenuta appuntamento fisso fino al 202 erà quello di sensibilizzare sul tema dell’immigrazione irregolare che da anni affligge l’isola siciliana e l’Italia intera.

‘Noi Qui’ è sostenuto dal Ministero dell’Interno, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, F&P Group e TicketOne e Siae.