Analisi ascolti tv 1 ottobre: tra Fazio e Morandi è ancora pareggio, Atalanta- Juve batte Le Iene, va forte anche Masterchef su Tv8. Il Gran Premio in differita e poi Barbara D’Urso dominano al pomeriggio

Pari tra Juve e Atalanta, e più o meno pareggio anche tra Fabio Fazio (3,975 milioni di spettatori con il 17,5% per ‘Che tempo che fa’) e Gianni Morandi (‘L’Isola di Pietro’ a 4,2 milioni di spettatori e il 17,18%). Sulle pay tv il match tra nerazzurri e bergamaschi ha riscosso 2,465 milioni di spettatori ed il 9,67% di share: quasi 1,6 milioni di spettatori con il 6,2% di share su Sky e circa 900 mila spettatori ed il 3,5% di share su Premium. Nonostante la sfida del calcio non ha battuto ciglio Tv8: ‘Masterchef’ ha conquistato ben 960mila spettatori ed il 4,9% di share.

Un momento del match Atalanta-Juventus

Come è andata tra Rai1 e Canale 5? Come la scorsa settimana per capire il risultato della sfida tra le ammiraglie è necessario un sovrappiù di analisi e dati: la seconda puntata di ‘Che tempo che Fa’, con Fabio Fazio che ha avuto tra gli ospiti Bebe Vio (con il picco di ascolti alla fine dell’intervista), Andrea Bocelli e Luisa Ranieri, con il passaggio canoro di Francesca Michelin fino alle 22.30 circa e poi, al ‘tavolo’ i soliti Fabio Volo, Nino Frassica, Gigi Marzullo, Orietta Berti e quindi Marisa Laurito, Raoul Casadei, Carlo Buccirosso, Caterina Balivo, Caparezza e gli sportivi Manila Flamini e Giorgio Minisini, ha raccolto 4,830 milioni ed il 18,9% di share con la prima parte e quindi con la seconda 2,861 milioni di spettatori e il 15,04% di share. La media complessiva è stata di 3,975 milioni di spettatori ed il 17,5%. Su Canale 5 ‘L’Isola di Pietro’, con Gianni Morandi e Chiara Baschetti, ha riscosso 4,2 milioni di spettatori e il 17,18% di share. Nel periodo in sovrapposizione con Morandi, il programma di Fazio ha avuto 4,211 milioni e il 17,15%, mentre la fiction Mediaset 4,217 milioni e il 17,18%. Altra indicazione chiarificatrice e risolutiva, il confronto dell’esito dei due programmi con quello di una settimana prima: Fazio ha lasciato al calcio e al resto solo il 5%, mentre Morandi ha sacrificato il 9%.

Sopra: ‘Che tempo che fa’ e ‘L’isola di Pietro’; sotto ‘Le Iene’ ed Enrico Mentana con il suo speciale sul referendum catalano

Calcio a parte, il terzo posto sul podio se lo è aggiudicato Italia 1 con il ritorno de ‘Le Iene’ (1,862 milioni e 8,33%), che hanno fatto meglio dei telefilm di Rai 2 (‘Ncis’ 1,6 milioni e 6,2% e ‘Bull’ 1,277 milioni e 5,33%). Il film di Rai3 si è difeso bene (‘Marigold Hotel’ a 1,1 milioni e 4,6%) mentre ha sofferto un po’ quello di Rete 4 (‘L’Immortale’ a 789mila e 3,4%). In coda, infine, è cresciuta La7 grazie all’impegno extra di Enrico Mentana: lo ‘Speciale TgLa7 – Catalogna: il giorno del giudizio’, ha avuto 547mila spettatori e 2,9% di share.

In seconda serata, dopo la fine della fiction di Mediaset, è tornato al comando Fabio Fazio, e quindi – dopo mezzanotte – sono diventate leader ‘Le Iene’.

Il podio al termine del Gp di Malesia

Al pomeriggio su Rai1 la differita del ‘Gran Premio di Formula 1 della Malesia’ ha riscosso 3,3 milioni di spettatori con il 20,4% di share. Su Canale 5 ‘Domenica Live’ ha conseguito 1,6 milioni di spettatori (9,5%) nella presentazione, 2 milioni (13,1%) con ‘Attualità’, 2,4 milioni (17,1%) nelle ‘Storie’, 2,5 milioni (18,9%) nella prima parte, 2,250 (15,3%) nella seconda e 1,9 milioni (12,1%) nell’Ultima Sorpresa. Su Rai2 ‘Quelli che Aspettano’ ha avuto 1,033 milioni di spettatori (6,3%) e ‘Quelli che il Calcio’ 1,3 milioni (9.1% di share); su Rai3 ‘1/2 ora in più’ ha raccolto 807mila spettatori con il 5% di share.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Stefanelli alla direzione di ‘Sette’ che si riorganizza accorpando LiberiTutti. Severgnini punta sulla tv

Manuela Kron amplia le responsabilità in Nestlé Italia. Alla guida anche del marketing consumer communication 

Verdelli si presenta ai lettori: non sono un figlio di Repubblica, ma sono in sintonia con questa straordinaria avventura giornalistica e culturale