03 ottobre 2017 | 14:52

In Germania la prima legge contro l’hate speech sulla rete: multe fino a 50 milioni di euro per i social che non rimuovono entro 24 ore post con contenuti violenti

A partire da domenica 1° ottobre, in Germania, i social con più di due milioni di iscritti hanno l’obbligo di cancellare quelli diffamatori e inneggianti odio e violenza entro 24 ore. Con sanzioni che vanno dai 5 ai 50 milioni di euro. La ‘Legge Facebook’, come è stata chiamata anche sul profilo social del Bundesrat, – ma che per esteso si chiama ’Netwerkdurchsetzungsgesetz’ – è la prima al mondo di questo tipo, il cui nome completo è ‘Netwerkdurchsetzungsgesetz’ – dà ai colossi della rete 3 mesi di tempo per adeguarsi, ed entrerà in vigore da gennaio 2018.

 

A vigilare sull’applicazione della norma, sarà uno staff di 50 dipendenti del ministero della Giustizia, al quale spetta anche il compito di stabilire l’entità delle multe.

Ogni social interessato dalla norma ha dovuto inoltre nominare un responsabile per le denunce nel Paese, e impegnarsi a stilare un report semestrale nel caso in cui in quest’arco di tempo abbiano ricevuto più di 100 segnalazione per contenuti d’odio.