Pubblicità

04 ottobre 2017 | 16:49

La pubblicità out of home tv registra un +19,4% ad agosto. Il presidente Fcp-Assogotv, Sajeva: quinto mese consecutivo in crescita. Turismo, farmaceutici e catene distributive i settori più rappresentati

L’Osservatorio Fcp-Assogotv (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo GoTv, nel periodo gennaio-agosto 2017. Per il mese di agosto i dati evidenziano un fatturato totale di € 877.000,00, con un incremento pari al 19,4% rispetto al corrispettivo 2016. Per quanto riguarda il fatturato registrato da inizio anno (gennaio-agosto), il fatturato totale è di € 10,868.000,00, con un incremento del 12,6%, rispetto al corrispettivo 2016.

Angelo Sajeva (foto Olycom)

Il commento di Angelo Sajeva, presidente Fcp-Assogotv:
“Ancora una volta la Go Tv continua a crescere: è il quinto mese consecutivo e lo fa a doppia cifra, consolidando il percorso del 2017 che si stima sopra al 10%. Gli ambienti fuori casa sono ormai un vero media scelto e pianificato per raggiungere il consumatore nella sua vita attiva, quando gli obiettivi di comunicazione ricercano coperture importanti, in particolar modo sui light TV viewers”.

“Questo risultato è dovuto ad una Go Tv presente con oltre 8.300 schermi in più di 1.300 diverse location in tutta Italia: nelle Stazioni, Aeroporti, Metropolitane, Autobus e Autostrade, con un particolare presidio nei grandi centri urbani e metropolitani (a partire da Milano e Roma). Spicca l’investimento delle catene distributive che salgono sul podio diventando il terzo settore più rappresentato dopo turismo e farmaceutici. Diverse sigle (tra cui Esselunga e Euronics) pianificano in contemporanea Grandi Stazioni Retail, Telesia e Vidion per la massima amplificazione della comunicazione, spesso focalizzata sulle promozioni; la Go Tv è qui prevalentemente utilizzata con l’obiettivo della call to action grazie alla prossimità coi punti vendita in cui sono distribuiti prodotti e servizi”.