10 ottobre 2017 | 13:51

E’ ora che i giganti web paghino, dice Pier Carlo Padoan. Sul tema della web tax consenso quasi unanime tra i paesi Ue

“E’ giunta l’ora che i giganti del web contribuiscano”. Lo afferma il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che questa mattina ha partecipato al vertice dei ministri economici del Pse a Bruxelles. Per Padoan è cruciale trovare “il giusto livello di tassazione” per i business tradizionale e digitale. “I profitti vanno tassati laddove sono generati”, ha spiegato.

I paesi dell’Unione europea sono d’accordo sulla “necessità di andare avanti sulla tassazione dell’economia digitale”: e il consenso su questo, ha detto ancora il ministro Padoan, è “quasi unanime”.

Pier Carlo padoan (foto Olycom)

La discussione sul tema, gia’ avviata alla riunione informale dei ministri a Tallinn il mese scorso, “e’ stata molto breve ma importante”, ha aggiunto. “Ci sono sul tavolo varie ipotesi tecniche: nessuna di queste e’ semplice. La Commissione – ha proseguito – sta lavorando a varie ipotesi; naturalmente l’auspicio di tutti e’ che cio’ possa avvenire in un contesto globale, di Ocse e di G20, ma in ogni caso l’Europa deve andare avanti anche se eventualmente ci fossero resistenze da altri paesi extraeuropei”.

Alla riunione, segnala l’agenzia Agi, hanno partecipato tra gli altri Pierre Moscovici (Commissario Ue), Jeroen Dijsselbloem (Olanda), George Houliarakis (Grecia), Ricardo Mourinho Felix (Portogallo), Peter Kazimir (Slovacchia), Magdalena Andersson (Svezia). I ministri dell’Economia socialisti hanno sottolineato i benefici che provengono dall’economia digitale, ribadendo però come sia ormai “urgente” un quadro fiscale per questo comparto.