Mondadori sarà presente al prossimo Salone del Libro di Torino, dice Selva Coddè, ad dell’area Trade. Saremo anche a Tempo di Libri, ma avere due fiere è un’anomalia tutta italiana

All’edizione 2018 del Salone del Libro di Torino Mondadori sarà presente. Ad annunciarlo Enrico Selva Coddè in una lunga intervista pubblicata oggi sul ‘Corriere della Sera’. “Dobbiamo vedere con che dimensioni e spazi, ma ci saranno tutti i nostri marchi”, ha raccontato l’amministratore delegato dell’area Libri Trade dell’editrice di Segrate, sottolineando come la manifestazione piemontese abbia, con i suoi trent’anni di storia, “una grande tradizione”.

Enrico Selva Coddè

Parlando della mancata partecipazione all’edizione del maggio scorso, Selva Coddè ha affermato: “non c’erano i tempi e i modi per farlo”, ribadendo come dal suo punto di vista sia stato un errore “accendere la diatriba” tra Torino e Milano – dove Aie ha organizzato la sua prima ‘Tempo di Libri’ – “quando gli intenti e le finalità erano ben diversi”.

“È un’anomalia tutta italiana avere due fiere ed è un costo che grava sugli editori”, ha spiegato. “Tempo di Libri è il grande progetto dell’Aie, nasce dalla legittima aspirazione di un’associazione confindustriale di avere una fiera sua, di respiro internazionale, governata in autonomia. Farla era legittimo e opportuno”.

“Il tema della diffusione della lettura è prioritario e tanto più è importante impegnarsi in zone dove gli indici
di letture sono più bassi, come al Sud. Ma non so se lo strumento fieristico sia quello più adatto”, ha poi detto. “Così come trovo discutibile che la promozione della lettura debba essere soprattutto a carico degli editori”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione