Ministero del lavoro e Mef approvano la copertura di 28 euro per la maternità delle libere professioniste

Il ministero del Lavoro, di concerto con il ministero dell’Economia e delle finanze, ha approvato la delibera adottata dal Comitato amministratore Inpgi inerente il contributo di maternità annuo per le giornaliste libere professioniste, iscritte alla gestione previdenziale separata, nella misura di 28 euro procapite. Lo rende noto l’ente previdenziale attraverso la sua newsletter.

Sono escluse dal provvedimento le titolari di rapporti di lavoro co.co.co. per le quali e’ invece previsto un diverso tipo di prestazione. Il numero di contribuenti stimato dall’Ente per il 2017 e’ pari a 19.470 unita’. Inpgi stima inoltre che la spesa complessiva per l’erogazione dell’indennita’ di maternita’ per l’anno in corso sia pari a 1,2 milioni di euro.

Sempre nella newsletter dell’Inpgi, che divulga i contenuti di Inpginotizie.it, vengono riprese anche la sentenza della Cassazione secondo cui l’aggiornamento professionale è un reddito e la notizia per cui l’esito di accertamenti all’interno di aziende editoriali nell’ultimo anno ha fatto emergere la posizione di 400 giornalisti che svolgono mansioni con qualifiche irregolari, non in linea con l’inquadramento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione