18 ottobre 2017 | 18:30

In Rai nessun crollo di ascolti, dice Monica Maggioni in Vigilanza: nelle 24 ore siamo cresciuti rispetto al competitor. A Gabanelli fatta una proposta precisa, stiamo aspettando. Gli agenti delle star? Serve trovare un equilibrio senza penalizzarci sul mercato

Dal tema degli ascolti, al ruolo degli agenti delle star, passando per l’imminente campagna elettorale. Questi alcuni dei temi che sono stati affrontati dalla presidente Rai, Monica Maggioni, durante un’audizione in commissione di vigilanza, alla quale hanno preso parte anche i consiglieri Rita Borioni, Carlo Freccero e Arturo Diaconale.

Non siamo in presenza del crollo della Rai in assoluto“, ha spiegato Maggioni, replicando così a quanto “ho letto sulla stampa in questi giorni”, ed anche a chi tra i commissari intervenuti avevano rilevato la caduta di ascolti di diversi programmi, tra cui quello di Fabio Fazio su Rai1. “Guardando i numeri non riesco a leggere il flop, o veder titolato ‘Disastro Rai’ o ‘La Rai al tracollo’…”, ha aggiunto Maggioni, ribadendo che “la Rai non è al tracollo, non è al flop”. Il che non vuol dire – ha anche detto – che la programmazione non sia perfettibile.

La presidente ha anche osservato che la Rai nel suo complesso nelle 24 ore guadagna negli ascolti rispetto al gruppo competitor. E per rimanere a Fazio ha detto che “per tenerci ai numeri, in media nelle quattro puntate in prime time ha fatto 18,6% e rispetto alle stesse domeniche di un anno fa ha fatto +0,5%. “Lo vogliamo chiamare disastro?”, ha chiosato.

Monica Maggioni, presidente Rai (Foto:Olycom)

Maggioni, illustrando poi l’attività svolta dal Gruppo di viale Mazzini nel 2017, ha confermato che la Rai ha proceduto al pre-acquisto dei diritti relativi alla seconda serie de ‘I Medici’, che sarà incentrata sulla figura di Lorenzo il Magnifico. “Sarà prodotta in coerenza con la prima”, ha spiegato, “che ha avuto successo e che ha dimostrato la nostra capacità di interagire” sul mercato internazionale delle produzioni.
In vista dei Mondiali di calcio di Russia 2018, ed anche per le prossime Olimpiadi, dal vertice Rai lo scorso settembre è stato dato anche il via libera alla ‘condotta negoziale’ da tenere nelle trattative con le parti per acquisire i diritti di trasmissione degli eventi.

“Stiamo aspettando di capire come va”, ha affermato poi Maggioni affrontando la questione Milena Gabanelli. “Le è stata fatta una proposta ben precisa che il Cda ha sposato in toto e speriamo di risolverla al meglio perchè il valore dell’azienda e della persona possa andare a sommatoria e non a sottrazione”. Maggioni ha aggiunto “c’è impegno di tutti perchè la soluzione sia la migliore”.

“C’e’ bisogno regolatorio forte ma si tratta di vedere come averlo senza pregiudicare la capacità Rai di essere sul mercato”, ha precisato poi Maggioni, parlando della presenza degli agenti “nella dinamica delle scelte delle trasmissioni e degli ospiti”. La presidente Rai ha sottolineato che “e’ complicato capire dove si pone il bilanciamento. Non sottovalutiamo l’indirizzo dato dalla commissione ma c’e’ il tema su come e dove l’applichiamo. Stiamo cercando il punto di equilibrio per evitare di non consegnarsi al fallimento” sul mercato.

La presidente ha poi preannunciato che tempo una ventina di giorni, tre settimane, sul sito web della Rai saranno pubblicati i fascicoli relativi agli ospiti in tv, mostrando anche la chiavetta Usb abilitata a raccogliere i dati e a questo inserimento. Maggioni ha anche spiegato perchè non è stato possibile farlo subito: nel format delle liberatorie che ogni ospite Rai deve firmare quando prende parte ad un programma – di qualsiasi genere si tratti – non era prevista la parte relativa appunto alla autorizzazione alla pubblicazione online. E in assenza di essa, in caso di pubblicazione si sarebbe creato “un profilo legale complesso”. Che ora viene superato.

Da ultimo il tema della campagna elettorale. “E’ una preoccupazione anche nostra, l’applicazione puntuale della par condicio ci richiedera’ attenzione ed equita’ nel racconto”, ha detto Monica Maggioni, rispondendo alle sollecitazioni di Roberto Fico che ha richiesto massimo impegno dai direttori di rete per far sì che la campagna elettorale “sia la piu’ pulita possibile”. Maggioni ha assicurato dunque “massima attenzione del Cda” su questo argomento.