Accettiamo il Golden power, se c’è dialogo non faremo ricorso, dice il presidente Tim de Puyfontaine a ‘Repubblica’

“Condivido la posizione del governo italiano sulle problematiche legate alla sicurezza nazionale. Accettiamo il golden power e ci confronteremo sulle cose che ci vengono richieste, avendo cura che gli interventi da fare non danneggino l’attività operativa dell’azienda. Molti di questi, peraltro, li abbiamo già anticipati”. Ad affermarlo è Arnaud de Puyfontaine che, nella sua veste di presidente esecutivo di Tim, in un’intervista a “La Repubblica”, lancia segnali al governo italiano.

Arnaud de Puyfontaine, ad di Vivendi (foto Olycom)

“La nostra intenzione è avviare un dialogo per arrivare ad una soluzione condivisa, che chiarisca anche l’ applicazione di alcuni degli interventi che ci sono stati richiesti. Se così sarà non ci sarà alcun ricorso da parte nostra” afferma ancora de Puyfontaine.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Milan: Paolo Scaroni nominato presidente. Sarà anche amministratore delegato ad interim

Rai, lunedì la ratifica del nuovo Cda. A seguire ad e presidente designati dal Consiglio dei ministri

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram