27 ottobre 2017 | 15:37

Oil, trimestrale di Eni diretto da Mario Sechi, diventa WE – World Energy

Con la direzione di Mario Sechi, ‘Oil Magazine’, trimestrale pubblicato da Eni da oltre dieci anni, cambia testata e diventa ‘WE – World Energy’, in linea con le strategie del gruppo, che ha deciso di puntare sulle forme di energie rinnovabili e sul gas, e meno sul petrolio.‘WE – World Energy’ approfondirà la riflessione sulle nuove istanze energetiche globali e sui temi della transizione energetica, della diffusione delle energie rinnovabili e della salvaguardia ambientale del pianeta.

‘Oil’ lascia in eredità a ‘WE’ un “archivio” di oltre 230 interviste a personalità internazionali del settore, più di 400 articoli e oltre 750, tra mappe e infografiche, che illustrano le dinamiche energetiche mondiali, le ripercussioni geopolitiche, la distribuzione delle risorse e le nuove tendenze di sviluppo.

Mario Sechi (Olycom)

Mario Sechi (Olycom)

Il primo numero, il trentaseiesimo della storia del magazine, analizza gli ultimi grandi accordi che hanno interessato il mondo dell’energia e di come le operazioni di acquizioni e fusioni stiano ridisegnando la fisionomia del comparto e la mappa degli interessi economici e strategici a questa correlati. Un sistema di accordi, di innovativi progetti di esplorazione che registra la nascita di nuovi soggetti societari con grandi capacità tecnologiche per misurarsi con le sfide future.

‘WE’ pubblica un’intervista a Tarek El Molla, ministro dell’Energia e delle Risorse Minerarie dell’Egitto, ‎Paese di cui l’Eni è partner strategico nello sfruttamento del giacimento offshore di gas naturale di Zohr.

La copertina del nuovo numero del trimestrale