02 novembre 2017 | 17:48

Giuffrè Editore passa a Editions Lefebvre Sarrut. Dalla holding di controllo ceduto il 100% della casa editrice

Giuffrè Holding, società che detiene il totale del pacchetto azionario di Giuffrè Editore, ha ceduto il 100% della casa editrice italiana a Editions Lefebvre Sarrut (ELS), gruppo attivo in Europa nell’editoria professionale legale e fiscale. Lo annuncia una nota congiunta delle due società nella quale si specifica che Antonio Giuffrè, nipote del fondatore, dal 2005 alla guida della casa editrice italiana – che ha chiuso il bilancio del 2016 con un fatturato da 50 milini di euro – , mantiene la carica di direttore generale, con l’obiettivo di consolidare la crescita e di portare avanti la strategia di digitalizzazione dell’offerta editoriale.

Antonio Giuffrè

Editions Lefebvre Sarrut è nato nel 1999 dalla fusione tra Editions Francis Lefebvre et Editions Législatives. Negli ultimi anni il gruppo è cresciuto, oltre che grazie a un deciso orientamento verso l’innovazione, anche con l’acquisizione di importanti player di mercato in Europa.

ELS è presente sul mercato italiano dal 1991 con la joint venture ‘Memento’, e, con questa operazione, amplia il suo catalogo, rafforzando la posizione nell’editoria professionale del nostro paese, un mercato da 550 milioni di Euro, specializzato nelle aree giuridica e fiscale, che coprono il 75% dei volumi d’affari, molto
concentrato, con elevate barriere all’ingresso e con una decisa spinta all’innovazione e alla digitalizzazione.

“Questa acquisizione è un’unione vincente. Condividiamo valori e visione sul futuro dell’editoria professionale. La nostra storia, la qualità editoriale che da sempre ci distingue e la capillarità della rete distributiva di Giuffrè in Italia, unita alle competenze manageriali e all’esperienza internazionale di ELS, ci permetteranno di crescere ancora di più nel mercato italiano”, ha commentato Giuseppe Giuffrè, Presidente di Giuffrè Holding, che ha anche guidato, alla scomparsa del padre e con la collaborazione del fratello Gaetano, la casa editrice milanese dal 1964 al 2005.

“In un mercato sempre più concentrato e specializzato, negli ultimi anni abbiamo investito molto sull’innovazione. Questa strategia si è rivelata vincente, con un fatturato che quest’anno cresce del 3%, con oltre il 65% del volume d’affari che deriva dall’area digital e con una crescita dell’utile a doppia cifra. Sono fiero di dare continuità a Giuffrè Editore e gestire il passaggio da azienda familiare a grande Gruppo europeo”, ha commentato Antonio Giuffrè, dal 2005 alla guida della Casa Editrice.

Dominique Illien, amministratore delegato del Gruppo ELS, ha salutato l’ingresso di Giuffrè Editore dichiarando, “Benvenuto in ELS ad Antonio Giuffrè e al suo team. Giuffrè Editore è indubbiamente un punto di riferimento nel mercato editoriale professionale legale italiano. L’unione delle nostre competenze garantirà ai nostri clienti le migliori soluzioni possibili per ottimizzare le proprie attività professionali”.

Ad assistre Editions Lefebvre Sarrut nell’operazione è stato lo studio legale Dentons.  Il team è stato guidato dal partner Pier Francesco Faggiano, coadiuvato dal senior associate Federico Giacobbe e dall’associate Ludovica Balbo di Vinadio per gli aspetti di diritto societario. Nel gruppo anche team specialistici guidati dai partner Giovanni Francesco Casucci (per le questioni inerenti la privacy, la proprietà intellettuale e l’information technology), Iacopo Aliverti Piuri (per le questioni giuslavoristiche) e Andrea Fiorelli (per le materie fiscali).

L’advisor finanziario di ELS è stato Grant Thornton Financial Advisory Services con un team guidato dal partner Stefano Marchetti.

Giuffrè Holding è stata assistita da Allen & Overy con un team, guidato dal socio corporate Paolo Ghiglione e coordinato dall’avvocato Marco Muratore, che ha incluso l’associate Chiara De Luca per il gruppo corporate e il counsel Livio Bossotto per gli aspetti di diritto del lavoro.