06 novembre 2017 | 16:28

La Cnn punta sul web e si prepara a lanciare dal 2018 servizi di news in abbonamento.Tra le iniziative in cantiere anche un’app di video sharing e una guida per lo shopping online

Dopo gli investimenti in portali verticali dedicati a tematiche specifiche e aver acquisito una startup per video online, la Cnn si prepara a fare un altro passo nella sua strategia web. Secondo il Wall Street Journal, l’emittente si sta infatti preparando a lanciare, nel secondo trimestre del prossimo anno, una serie di offerte in abbonamento per le sue attività di news online.

Secondo il giornale, i costi non sono stati ancora definiti, ma le indiscrezioni parlano di un’opzione premium che darà ai sottoscrittori accesso a contenuti speciali presenti in portali come Cnn Money e Cnn Politics. Una seconda offerta dovrebbe fornire invece contenuti aggiuntivi, anche se meno specializzati, ripresi da tutti i portali Cnn.

La mossa, scrive ancora il WSJ, fa parte di un piano di 5 anni che punta a creare nuovi canali di crescita economica e raggiungere il traguardo di 1 miliardo di dollari nei ricavi digitali entro il 2022.  “Dobbiamo creare più prodotti in abbonamento. Dobbiamo misurarci con l’e-commerce e trovare il modo per monetizzare il traffico su mobile”, ha commentato in un’intervista il presidente della Cnn Jeff Zucker, che nella sua gestione sta puntando proprio sullo sviluppo di portali web specializzati.

Jeff Zucker, presidente della Cnn

Convincere gli utenti a pagare le notizie non sarà facile. Le reti televisive – ricorda il giornale – hanno spesso considerato le loro divisioni digitali come una sezione in cui riciclare e promuovere contenuti creati per la televisione. La Cnn sta però cercando di far fronte a questa tendenza, costruendo una newsroom con giornalisti ‘multipiattaforma’, che possano essere presenti in tv, online, o su entrambi i mezzi.

Ma non è finita qui. Tra le altre attività in cantiere per potenziare i ricavi digitali – che quest’anno dovrebbero attestarsi sui 370 milioni di dollari – c’è ‘Underscored’, una guida per lo shopping online, mentre è in fase di studio l’ipotesi di allargare a pagamento l’uso della sua app con contenuti tv al di fuori degli Usa. Guardando invece alla produzione di contenuti video, Cnn sta testando ‘Beme Panels’, versione evoluta dell’app Beme – acquisista nel 2016 per 25 milioni di dollari – , attraverso cui permettere agli utenti di condividere clip con le loro opinioni su fatti di attualità, tecnologia e intrattenimento.