Investimento da 60 milioni per Tim, Fastweb e Huawei che portano il 5g a Bari e Matera

Ammonta a 60 milioni in 4 anni l’investimento di Tim, Fastweb e Huawei che, in consorzio, si sono aggiudicati il bando di gara del Ministero dello Sviluppo Economico per la sperimentazione della nuova tecnologia 5G che partirà in cinque città italiane tra le quali Bari e Matera come le prime due città del sud. Il progetto, riferisce l’Adnkronos, messo a punto dalle tre società coinvolgerà settori come la sanità, l’industria 4.0, il turismo, la cultura, l’automotive e la sicurezza stradale. Sono coinvolti 52 partner di eccellenza, tra cui 7 centri universitari e di ricerca, 34 grandi imprese e 11 pubbliche amministrazioni.

I servizi innovativi di questa sperimentazione sono stati illustrati oggi nel Comune di Bari, insieme ai rappresentanti istituzionali, dal vice presidente esecutivo di Tim Giuseppe Recchi, dall’amministratore delegato di Fastweb, Alberto Calcagno e dal Ceo di Huawei, Edward Chan. I primi esperimenti con tecnologia 5G partiranno entro giugno
2018, con due anni di anticipo rispetto agli obiettivi delineati dalla Commissione europea e raggiungeranno il 75% di copertura della popolazione entro la fine dello stesso anno. La copertura integrale delle due città è prevista entro il 2019. La rete 5G consentirà una capacità trasmissiva 10 volte superiore a quella del 4G.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Di Maio: su precariato ed equo compenso pronto al confronto con Ordine dei giornalisti

Conto alla rovescia per il debutto in Rete di First Tutorial curato da Federico Rendina

De Santis: rafforzerò Rai1 su informazione e cultura. Per promuoverle serve anche sacrificare punti di share e pubblicità