13 novembre 2017 | 9:24

Il figlio va al Grande Fratello in Mediaset e il direttore del Fatto, Marco Travaglio, basito: “loro sono in guerra con me da vent’anni, sono il mio nemico numero uno”. Ma è uno scherzo delle Iene – VIDEO

Colpo basso al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio con la complicità del figlio Alessandro. Che gli comunica la prossima partecipazione al reality di Mediaset, il Grande Fratello Vip: “Papà, mi ha convinto Ilary Blasi!”. Ma dietro al dramma familiare, come lo definisce ironicamente lo stesso quotidiano, ci sono le Iene. “Marco Travaglio a Mediaset. Torna dopo 20 anni come protagonista di uno scherzo delle Iene.

 

 

Travaglio, suo figlio va al Grande Fratello e lui basito : “Dovrei venire in studio? A sputtanarmi?”.

Ecco alcune frasi di Travaglio di fronte alla richiesta del figlio.

“Non voglio essere minimamente coinvolto. Io non esisto per Mediaset, né tantomeno per quei programmi di merda lì, che ho sempre preso per il culo, ho sempre deriso e ho sempre definito diseducativi. Non esiste al mondo, io sono il direttore del Fatto. Vado nello studio del Grande Fratello a parlare di Malgioglio, a sporcare il mio nome, la mia faccia e quella di tutti i collaboratori del giornale?” E ancora. “Non hai idea di quello che io sento nei loro confronti, è gente che ha cercato di rovinarmi. Io vado lì da loro? Ma io li schifo, gli sputo in faccia, io se li incontro per strada li stiro con la macchina. Sono gentaglia, personaggi orrendi, la feccia dell’Italia, stanno rincoglionendo milioni di persone, l’ho sempre scritto. L’idea di essere avvicinato a loro mi fa venire il vomito. Io sono stato censurato da loro per vent’anni. Hanno cercato di rovinarmi la vita, di stroncarmi la carriera, mi hanno denunciato, hanno cercato di rovinare la nostra famiglia, mi sono fatto quaranta cause contro Fininvest e Mediaset. Uno dei motivi per cui ho fondato il Fatto è che in tutti i giornali dove lavoravo loro cercavano di farmi far fuori dai direttori perché non davano più la pubblicità. Loro sono in guerra con me da vent’anni, sono il mio nemico numero uno, non c’è nessun punto di incontro, io sono il diavolo e loro l’acqua santa o viceversa”.