Il ruolo del design alla ricerca del giusto equilibrio tra uomo e natura. Presentato il concept della XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano

‘Broken Nature: Design Takes on Human Survival’. Presentato il concept della XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, che si svolgerà dal 1° marzo al 1° settembre 2019 allaTriennale di Milano. L’edizione sarà curata da Paola Antonelli, curatrice per l’architettura e il design al Museum of Modern Art di New York. Dopo l’introduzione di Clarice Pecori Giraldi, vicepresidente della Triennale di Milano, la curatrice Paola Antonelli ha presentato il tema dalla XXII Esposizione Internazionale, che vuole avviare una riflessione sul ruolo del design nella ricerca di un nuovo equilibrio tra uomo e natura. Sono inoltre intervenuti: Giuseppe Sala, sindaco di Milano, Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario al ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Cristina Cappellini, assessore alle Culture, identità e autonomie della Regione Lombardia, Cristiano Musillo, consigliere d’Ambasciata della direzione generale per la promozione del sistema Paese del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Claudio Luti, presidente del Salone del mobile di Milano. Presente anche Elena Vasco, segretario generale della Camera di Commercio Metropolitana di Milano, Monza-Brianza e Lodi.

L’Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, ricorda una nota, è uno degli appuntamenti più importanti dedicati al design e all’architettura in campo internazionale. Nata a Monza nel 1923, è l’unica manifestazione culturale al mondo riconosciuta in via permanente dal Bureau International des Expositions fin dai suoi esordi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Chi è Rocco Commisso, proprietario del colosso Usa Mediacom, che vorrebbe acquistare il Milan

Il primato Mondiale di Italia 1. La F1 contrasta il calcio live su Sky e in differita su Tv8

Gerardo Greco lascia la direzione di Rai Radio1 e Grr. L’annuncio su Twitter