14 novembre 2017 | 12:30

Torna ‘Maker Faire Rome’, la rassegna internazionale dedicata alle imprese e agli appassionati di innovazione. Fiera Roma si prepara a ospitare 200 mila visitatori

Per Roma ospitare con numeri sempre più imponenti il più grande evento europeo sull’innovazione e sull’impresa 4.0 contribuisce a rendere percepibile anche la contemporaneità della Capitale sul piano dei processi industriali e culturali rispetto all’immagine, sia pure di eccezionale patrimonio storico e di luogo del passato, che fino ad ora è prevalsa. Per il vice sindaco e assessore della cultura di Roma Capitale, Luca Bergamo, che ha concluso la presentazione della quinta edizione del ‘Maker Faire Rome – The Eurpean Edition 4.0’, è fondamentale per lo sviluppo della Capitale uscire dalla dinamica di un consumo individuale e confrontarsi con il bisogno di investimenti. “Per progettare una città in ottica di 50 anni – ha rilavato – occorre però ragionare, e questa manifestazione ci aiuta, in ottiche che tengono conto delle nuove sfide industriali e culturali, come ad esempio robotica, intelligenza artificiale e 3D. La diffusione di quest’ultima tecnologia rivoluzionerà – ha concluso – la struttura delle relazioni fisiche”.

Anche l’amministratore unico di Fiera Roma, che ospita dal 1° al 3 dicembre l’evento in 7 padiglioni e 100 mila metri quadrati, Pietro Piccinetti, ha colto l’occasione per sottolineare come le più innovative strutture tecnologiche che la Fiera è in grado di offrire, a partire da 150 km di fibra ottica e ben dicimila dispositivi di collegamento fino alla modernissima sala operativa che garantisce la sicurezza. ‘’Fulcro del nostro servizio – ha rilevato – è essere vicini all’innovazione e diffonderla come dimostra il successo di visitatori di ‘Maker Fair’, che quest’anno siamo pronti ad ospitarne 200/300.000″.

Dal cibo all’energia sostenibile, da internet delle cose fino all’agricoltura 4.0, bambini, studenti e imprenditori, potranno assistere e partecipare a esempi, simulazioni reali di processi produttivi, testimonianze e seminari del mondo della scienza e tecnologia, assaporando talvolta anche il fascino della fantascienza.

Promossa dalla Camera di Commercio di Roma (per il presidente Lorenzo Tagliavanti “è un’enorme opportunità per gli imprenditori perché l’innovazione tocca tutto e tutti”) e organizzata dalla Azienda Speciale Innova Camera ‘Maker Faire’ oltre a coinvolgere sulla Capitale il meglio dell’innovazione da tutto il mondo, ha orientato le politiche regionali. “Dalla prima edizione del 2013 – ha rilevato il presidente Nicola Zingaretti – nel registro delle imprese innovative le start up in cinque anni sono passate da 39 alle attuali 793″.

Media sponsor il gruppo Messaggero, RDS e Rai, la manifestazione vede come sponsor e partner molte aziende e gruppi nazionali e internazionali. Dall’Eni con lo spazio ‘Innovation for Energy’ con esempi di applicazione di tecnologie digitali nell’addestramento del personale, nella salute e nella sicurezza dei lavoratori a Leroy Merlin, che propone incontri con designer e novità nella domotica, a Arrow Electronic che presenta un robot che segue automaticamente le persone, a Trenitalia, che coglie l’occasione di presentare al grande pubblico i nuovi convogli locali: Rock e Pop che rivoluzioneranno il concetto di mobilità locale.