Metafora ciclistica per l’ad Moscetti sul futuro del ‘Sole 24 Ore’: aumento di capitale come un tappone di montagna, ma attenzione alla discesa. Il peggio è alle spalle

“Assolutamente sì, il peggio dovrebbe essere ormai alle nostre spalle”: è quanto ha detto all’Ansa Franco Moscetti, ad del Gruppo 24Ore, a margine della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Mudec a Milano. L’aumento di capitale deciso dal gruppo “è un tappone di montagna particolarmente importante – ha aggiunto Moscetti -, non è la fine della corsa, abbiamo superato la cima ma dobbiamo stare attenti a non scivolare e cadere”.

Franco Moscetti (foto Olycom)

La nuova gestione del gruppo “sta andando in linea con il piano – ha proseguito Moscetti – siamo impegnati nella concretizzazione della manovra finanziaria che è fatta da 50 milioni di aumento di capitale più 40 dalla vendita del 49% della formazione. La Consob ci ha dato il suo nulla osta quindi siamo sul mercato con 20 milioni con due banche che stanno lavorando. Confindustria, che ringrazio, ha già versato i suoi 30 milioni, la Palamon ha già versato i suoi 40, quindi la disponibilità di tutte queste somme avverrà il 30 novembre e a quel punto, l’operazione sarà conclusa”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Cinema, esercenti e produttori: bene il decreto Bonisoli. Ok a regolamentazione su tempi di uscita dei film nelle sale

Vince il film di Rai1, Coliandro come Schiavone, col ‘Salvini contro tutti’ Costanzo stacca Vespa

Giornalisti, Carelli al Corriere: M5s non è vulnus per la stampa, ma meglio abbassare i toni. Attacchi a Di Maio e Di Battista