Italiaonline si conferma prima Internet company italiana con 4,8 milioni di utenti unici al giorno

Sono 4,8 milioni gli utenti unici in media al giorno* che hanno navigato dai vari device i siti di Italiaonline, che consolida la sua posizione di prima internet company italiana, come riportano i dati Audiweb di settembre 2017. Rispetto allo stesso mese nel 2016, la crescita degli utenti unici al giorno è pari al 9%. Altrettanto significativa la quantità di utenti giornalieri da mobile, pari a oltre 2,5 milioni, con una crescita del 12% rispetto a settembre 2016.

A questi numeri si aggiunge l’ulteriore dato da primato sul tempo speso medio al giorno sulle properties Italiaonline, che è pari a 12 minuti, con una crescita del 10% in un anno.

Inoltre, la rilevazione Audiweb di settembre registra per Italiaonline  (gruppo nata dalla fusione per incorporazione di Italiaonline in Seat Pagine Gialle) una media di 17,9 milioni di utenti unici al mese**, di cui 10,8 da mobile: per il gruppo, è il miglior risultato mensile in un anno e mezzo.

Andrea Chiapponi

Andrea Chiapponi

“Siamo saldamente i primi in Italia perché tutti i nostri siti sono in costante evoluzione per offrire il meglio agli utilizzatori e agli inserzionisti: questi dati premiano il nostro lavoro quotidiano”, ha dichiarato Andrea Chiapponi, Chief Commercial Officer Large Account Italiaonline. “Inoltre, l’elevato tempo speso è il miglior rilevatore della qualità delle nostre properties: continueremo pertanto a offrire contenuti utili e di servizio preservando la brand safety, che è per noi una forma di trasparenza sia nei confronti degli inserzionisti che degli utenti finali”.

* Fonte: Audiweb Database, powered by Nielsen, settembre 2017. I dati Audiweb Database al momento non comprendono Google, Facebook e Microsoft
** Fonte: Audiweb View, powered by Nielsen, TDA settembre 2017

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali