17 novembre 2017 | 16:29

Si allunga l’elenco di pretendenti per 21st Century Fox. Dopo Disney, anche Comcast, Verizon e Sony sarebbero interessate agli asset di casa Murdoch

Dopo Disney, anche Comcast ha messo nel mirino 21st Century Fox. Secondo alcune indiscrezioni riprese dal Wall Street Journal e rilanciate dai media di oltreoceano – mentre le discussioni con il papà di Topolino si  sarebbero arenate per questioni di prezzo -, il gigante dei media via cavo avrebbe manifestato il suo interesse a rilevare una parte degli asset della società dei Murdoch. E potrebbe non essere il solo, visto che tra i pretendenti figurerebbero anche Verizon e Sony. E addirittura, come ipotizza ‘Usa Today’, pure Amazon.

Gli asset messi nel mirino da questi colossi sono gli studio Twentieth Century Fox, alcuni network via cavo statunitensi e il business internazionale, compresa la britannica Sky, di cui Fox controlla il 39%. Restano esclusi Fox News, la rete broadcast di Fox e i canali sportivi.

Rupert Murdoch (foto Olycom)

Non è chiaro come i regolatori potrebbero accogliere un matrimonio di questo tipo, viste le resistenze che il progetto di fusione tra AT&T e Time Warner sta incontrando a Washington.

Per Verizon, un deal con Fox potrebbe essere il volano per espandere il business dei media digitali, trainato per ora dalla fusione tra Aol e Yahoo. Nel caso di un accordo, la telco potrebbe incontrare minori ostacoli regolatori rispetto alle rivali. A differenza di AT&T e di Comcast, che hanno milioni di abbonati alla pay-tv, Verizon ha solo 4,6 milioni di clienti tv, concentrati nel nord-est degli Usa.