Su Tim giusto intervenire con la golden power, dice il ministro Calenda. Dobbiamo far capire che siamo un Paese serio. Non difendiamo l’italianità ma l’interesse nazionale

“Un’azienda che fa un investimento in tlc, tanto per fare un esempio a caso, e ha doveri di notifica di aver perso controllo e non lo fa, ci ha trattato come se fossimo la Guyana francese: quindi va presa, portata al tavolo, va esercitata la golden power e va fatto tutto il processo per far capire che siamo un Paese serio. Lì c’è l’interesse nazionale”. A dirlo il ministro dello Sviluppo, Carlo Calenda, intervenendo – ieri 19 novembre – al festival ‘Economia come’, parlando delle azioni adottate dall’Esecutivo, nei confronti di Vivendi e delle conseguenze per la sua posizione in Tim.

Carlo Calenda (foto Olycom)

“Non difendiamo l’italianità ma l’interesse nazionale”, ha assicurato Calenda, facendo l’esempio della moda. “I francesi hanno comprato molte aziende nel settore della moda, che sono cresciute enormemente per utili e personale. Le hanno comprate loro perché gli italiani quel salto non l’hanno saputo fare. Quello è un ragionamento. Invece un’azienda che viene qui, prende i brevetti e li sposta, quello è predatorio”.

Il ministro ha poi confermato l’incontro programmato per oggi con l’amministratore delegato della telco, Amos Genish, durante il quale, ha spiegato Calenda, “si parlerà di tutto”. In primo luogo della rete, dopo le delucidazioni chieste dallo stesso Mise all’Autorità delle tlc, e soprattutto dopo le dichiarazioni dello stesso Genish che pochi giorni fa ha affermato che Tim “vuole il controllo della rete”, aggiungendo però che non è necessario “averne il 100%”. Non dovrebbe invece finire sul tavolo della discussione il tema della fatturazione a 28 giorni, affrontata dal decreto fiscale appena approvato dal Senato e che ora passerà alla Camera: “Quella questione mi pare chiusa”, ha tagliato corto Calenda.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Editori al contrattacco: Governo agisce al contrario degli altri Paesi europei. Riffeser: sì a confronto, no a minacce e denigrazioni

Profondo restyling per A&F di Repubblica, in edicola dal 22 ottobre. Calabresi: fatwa di Di Maio ha portato abbonamenti

Nasce Milano Running Festival, primo festival italiano del podismo. Ad aprile con Generali Milano Marathon