Enel investe 5,3 miliardi nella digitalizzazione tra il 2018 e il 2020. L’ad Starace: è una dimensione tangibile del nostro business. Nuovo brand Enel X per i servizi digitali

Nel triennio 2018-2020 l’Enel investirà in digitalizzazione 5,3 miliardi di euro, contro i 4,7 del piano precedente, che si prevede che possano produrre 1,9 miliardi di incremento cumulato dell’Ebitda nel periodo, di cui 900 milioni solo nel 2020. Lo annuncia il gruppo elettrico presentando il nuovo piano strategico. Circa il 60% della crescita, riferisce l’Ansa, sarà assicurata da un aumento dei margini e il 40% dalla riduzione dei costi operativi su base cumulata, garantendo così “rendimenti solidi e a due cifre sugli investimenti”.

Nei prossimi tre anni, l’Enel prevede di cedere ulteriori asset esistenti per 3,2 miliardi di euro, principalmente focalizzandosi su impianti di generazione da fonte termoelettrica e uscendo da paesi non strategici. Lo annuncia il gruppo elettrico, aggiungendo che prevede di investire 2,3 miliardi nell’acquisizione di partecipazioni di minoranza, 2 miliardi in acquisizioni nel business delle Reti e di e-Solutions e 400 milioni in equity partnership.

La linea di business e-Solutions opererà sul mercato nel 2018 con il nuovo brand Enel X. Il gruppo guidato dall’ad Francesco Starace, infatti, ha presentato a Londra, in occasione della presentazione del piano strategico 2018-20, la nuova identity della divisione globale lanciata a maggio scorso, guidata da Francesco Venturini, per sfruttare la possibilità della trasformazione energetica.

Il tweet di Ryan O’Keeffe, direttore della comunicazione Enel:

 

L’Enel, riferisce l’Adnkronos, punta ad un utile ordinario pari a 3,6 miliardi di euro nel 2017 e a 4,1 mld nel 2018. Nel 2019 dovrebbe salire a 4,8 mld di euro per poi raggiungere 5,4 mld di euro nel 2020. E’ quanto emerge dal piano strategico 2018-2020 che l’Enel presenta oggi a Londra alla comunità finanziaria.

L’indebitamento netto di Enel dovrebbe attestarsi a 37,8 miliardi di euro nel 2017 per poi raggiungere 39,8 mld nel 2018. Nel 2019 il gruppo guidato da Francesco Starace punta ad un indebitamento netto pari a 39,5 mld e intorno a 38,3 mld nel 2020. E’ quanto emerge dal piano strategico 2018-20 dell’Enel che oggi il gruppo illustra alla comunità finanziaria a Londra.

L’Enel prevede investimenti complessivi per 24,6 miliardi di euro tra il 2018 e il 2020, un aumento di 500 milioni di euro rispetto al piano precedente.

“La digitalizzazione, introdotta lo scorso anno”, sottolinea l’ad di Enel, “è oggi una dimensione concreta e tangibile del nostro business, che registra investimenti in crescita per oltre 5 miliardi di euro nell’arco di piano. Una maggiore attenzione al cliente, anche attraverso la nuova business line globale e-Solutions, aprirà opportunità per creare ulteriore valore”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Audiweb, total digital audience a febbraio: il 77% del tempo speso è mobile – INFOGRAFICHE

Bolloré lascia la guida di Vivendi al figlio Yannick. Nominato président Cds

Due licenziamenti alla Gazzetta dello Sport. Forte impatto nelle redazioni Rcs