Attuale legge di governance della Rai non garantisce indipendenza e imparzialità ribadite nel contratto di servizio, dice il presidente Odg, Verna. Necessario vigilare sulla corretta applicazione contrattuale sulle funzioni giornalistiche

“L‘attuale legge di governance della Rai, come del resto la precedente, non garantisce l’indipendenza e l’imparzialità che vengono ribadite nel contratto di servizio. Così come fu atto che vulnerò l’autonomia quello con cui nel 2014 furono sottratti 150 milioni all’improvviso al bilancio dell’azienda di servizio pubblico radiotelevisivo, che andrebbero restituiti. In queste condizioni i giornalisti stanno facendo il massimo possibile per garantire il pluralismo“. È quanto ha sottolineato, nel corso dell’audizione in Vigilanza, il presidente dell’Ordine nazionale dei Giornalisti Carlo Verna, che ha ricordato come anche “il presidente di Confindustria Boccia abbia in una trasmissione televisiva evidenziato che occorre rendere la Rai autonoma dalla politica nell’interesse del Paese”.

Carlo Verna (foto Odg.it)

Verna si è anche riportato nel corso dell’audizione al documento sul contratto di servizio predisposto dall’Usigrai, dall’Adrai e da CGIL, Cisl, Uil, Ugl, Snater e Libersind idealmente sottoscrivendolo. Il presidente dell’Ordine nazionale ha quindi chiesto che “si vigili, pure sotto il profilo della corretta applicazione contrattuale, sulle funzioni giornalistiche, spesso affidate a non iscritti e dunque non sottoposti a regole deontologiche nei programmi di servizio, culturali e di intrattenimento delle reti, ‘un mondo da far west’ su cui vanno accesi i riflettori degli organismi di vigilanza”.

Verna ha quindi assicurato che “l’Ordine, che ha dovuto ratificare numerosi praticantati d’ufficio, è intenzionato a fare la sua parte di intesa con Fnsi e Usigrai”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Calcio in diretta social: la Lega Pro sperimenta una partita di Coppa Italia in diretta Facebook e Twitter

Juventus Tv, rinasce sul web con un canale on-demand

Rai, Laganà: ricerca di intesa politica delegittima l’azienda e blocca il cambiamento