La ‘Gazzetta dello Sport’ lancia un sito dove possono scrivere tutti, anche blogger e lettori comuni. Per ora tanto calcio nel progetto che ha vinto il bando Google Dni

Gazzetta.it scommette sui lettori e lancia un sito in cui potrà scrivere chiunque. I post più belli e giornalistici, spiega la versione digitale della Rosea, verranno addirittura pubblicati nella homepage del sito internet.

Il nuovo sito de la ‘Gazzetta dello Sport’ si chiama Gazzettafannews.it e come tutti i siti di Gazzanet contribuirà all’audience complessiva. Il progetto è stato selezionato da Google per il round 2016 Dni (Digital News Initiative).

L’homepage del sito al debutto

“L’iscrizione è libera, gratuita e aperta a tutti”, spiega la ‘Gazzetta’. “Unica barriera, essere maggiorenni. Gli articoli saranno moderati solo per assicurare un linguaggio consono, lasciando agli autori la massima libertà editoriale”.

Gli articoli migliori e giornalisticamente più interessanti saranno pubblicati sul sito della ‘Gazzetta’, in uno spazio dedicato. Solo contenuti di calcio al debutto, ma presto si parlerà anche di Formula 1, motociclismo, basket e persino i nuovi esport. Tutti gli sport di cui vorranno occuparsi i lettori della Gazza.

Quanto agli argomenti scelti si va dalla “caccia ai colpevoli” per la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 ai “dieci comandamenti per il tifoso interista a San Siro”. Ma c’è anche chi chiede “risultati sostanziali” al Milan e chi ammonisce i bianconeri: “Juve attenta, da Cardiff a Kiev la strada non è in discesa come sembra”. Non potevano mancare le “considerazioni sulla Var”.

“Abbiamo ideato Gazzetta Fan News perché ognuno possa dire la sua in un sito ufficiale e non solo sui social”, dice Andrea Di Caro, vicedirettore de La Gazzetta dello Sport. “Vogliamo coinvolgere chi vive davvero lo sport, che sia un blogger o un accanito commentatore, uno sportivo casuale o un super appassionato. Un grande contenitore che consente di divertirsi, mostrare la propria professionalità, avere visibilità”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Morto il vignettista Vincino. Vauro lo saluta così

Tar del Lazio respinge ricorsi contro contributo di solidarietà. Inpgi: conferma che strada intrapresa è corretta

Con 800 milioni di internauti la Cina è la più grande comunità online. L’ecommerce 2018 vale già 600 miliardi