23 novembre 2017 | 13:18

Analisi ascolti tv 22 novembre: Montalbano ri-replicato soffre la Champions, ‘Segreto’ e Sciarelli ok, bene Purgatori e la terza guerra mondiale. Vespa regola Porro e Mannoni. In access Gruber ‘lancia’ Repubblica

Non si poteva pretendere di più dal commissario di Vigata. L’episodio ‘Le ali della sfinge’ era stato appena trasmesso in replica, ad aprile, ottenendo bel 7,2 milioni di spettatori ed il 30% di share. Così è stato naturale che ieri la storia con Luca Zingaretti protagonista sia calata a 4,888 milioni di spettatori con il 21% di share.

Salvo Montalbano, oltretutto, ieri era alle prese con le partite di Champions League trasmesse in esclusiva su Premium e tra i match in onda c’era l’atteso scontro Juve-Barcellona (per la verità finito zero a zero, da solo ha prodotto quasi un milione di spettatori) ma anche l’incandescente Atletico Madrid- Roma (terminato con la vittoria degli spagnoli). Alla fine le partite si sono ritagliate 1,350 milioni di spettatori ed il 5% di share, e questo ha inciso sugli equilibri complessivi.

Sopra un momento del Commissario Montalbano, sotto, da sinistra: ‘Il segreto’; Juve-Barcellona; e ‘Chi l’ha visto?’

Hanno tenuto le proposte conservatrici di Canale 5 (‘Il Segreto’ a 2,780 milioni e 12,14%) e Rai3 (‘Chi l’ha visto?’ a 2,130 milioni e 9,63%). A sorpresa, film ‘rifugio’ non è stato un titolo rosa, ma l’evergreen per tutta la famiglia di Italia 1, ‘Mamma ho perso l’aereo’ (a 1,952 milioni e 8,15%), mentre ha funzionato meno l’action al femminile con Sandra Bullock su Rai 2 (‘Corpi da reato’ a 1,252 milioni e 4,16%). In coda con la seconda puntata di ‘Atlantide’, è cresciuto bene Andrea Purgatori che raccontando ‘La terza guerra mondiale’ ha avuto ben 819mila spettatori e il 3,66%, superando per ascolti la commedia trash di Rete 4 (‘Matrimonio alle Bahamas’ a 798mila ascolti e 3,22%).

In seconda serata, quando – quasi contemporaneamente – sono terminate la fiction di Rai1 e la soap spagnola di Canale 5, c’è stata una bella sfida tra i programmi di approfondimento notturno, solo fino a mezzanotte disturbata dal finale di Federica Sciarelli. Cosa dicono i numeri? ‘Porta a Porta’, parlando della morte di Totò Riina, di mafia e di altro con il ministro Andrea Orlando nella prima parte e poi dalle 24.10 presentando ‘Le stelle stanno in cucina’, ha raccolto 1,1 milioni di spettatori e il 12,65% di share. ‘Matrix’, affrontando ancora le molestie sessuali come ancora argomento chiave, ma anche la sconfitta europea dell’Italia per ‘Ema’ e l’argomento pensioni, con Nicola Porro che ha avuto tra gli ospiti Natasha Lusenti, Vittorio Sgarbi, Piero Sansonetti ed Ennio Doris, ha totalizzato 767mila spettatori e il 9,93% di share, arrivando molto più vicino del solito a Bruno Vespa. Non molto staccato dagli altri ha corso anche Maurizio Mannoni su Rai3 (‘Linea Notte’ a 672mila spettatori e 7,96% di share).

‘Porta a porta’ e ‘Matrix’

Interessanti le dinamiche dei talk in access: su La7 a ‘Otto e mezzo’, Lilli Gruber ha contribuito al lancio del nuovo Repubblica con Mario Calabresi, ma ha fatto pure un po’ di promozione interna per l’azienda di Urbano Cairo con Andrea Purgatori (che andava in onda subito dopo) e Beppe Severgnini (1,421 milioni di spettatori e il 5,4% di share il risultato della puntata in cui si parlava del ritorno in auge di Silvio Berlusconi, identificato da Eugenio Scalfari come male minore rispetto a Luigi Di Maio). Su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’ è rimasto fedele alla linea solita: ‘Attenti vi rubano le pensioni’ e ‘Il minestrone che allunga la vita’ i temi scelti da Maurizio Belpietro (1,037 milioni di spettatori e il 3,95% il bilancio).

‘Otto e mezzo’ e ‘Dalla vostra parte’