Credito d’imposta per sostenere le librerie? Il presidente Aie, Levi: primo passo verso l’approvazione di una legge organica su e lettura

“Come Associazione italiana editori apprendiamo con estremo compiacimento quanto stabilito oggi al Senato. Le librerie rappresentano oggi uno dei luoghi primari di diffusione della cultura e della lettura: si rivela quindi fondamentale assicurare un sostegno fiscale per salvaguardare la loro attività”. Il presidente di Aie, Ricardo Franco Levi, ha commentato così l’approvazione dell’emendamento che prevede un credito d’imposta per sostenere le librerie.

“Nel felicitarci per questo importante provvedimento, ci auguriamo che esso rappresenti un passo verso l’approvazione di quella legge organica sul libro e sulla lettura di cui l’Italia ha da anni profondo bisogno”, ha concluso Levi, ricordando quanto già espresso durante l’incontro dell’ottobre scorso tra i vertici di Aie e il presidente Mattarella e più volte auspicato dallo stesso ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini.

Ricardo Franco Levi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il Papa affida ad Andrea Tornielli la direzione editoriale del Dicastero per la Comunicazione. Andrea Monda direttore Osservatore Romano

Organizzazioni dei giornalisti in piazza contro i tagli all’editoria in manovra: così si spegne la libera informazione

Open Gate Italia presenta ‘La Lobby è trasparenza’: patrimonializzazione delle società di lobbying a 24,5 milioni di euro (+ 8%)