Analisi ascolti tv 27 novembre: per Incontrada e Blasi metà degli ascolti. Resiste ‘Report’ dichiarando guerra alla Germania. Fazio al 13%, ma il ‘GfVip’ di notte supera il 40%. ‘Geo’ sorpresa, bene Gruber con Di Battista

Dominio delle ammiraglie, guidate al successo in prima serata da donne capaci e in forte sintonia con il vissuto delle loro reti. Da una parte Vanessa Incontrada che incarna bene l’impegno soft della prima rete pubblica. E dall’altra, invece, Ilary Blasi con lo spirito pop e il disincanto che sono stati sempre il tratto principale dell’ammiraglia commerciale.

I numeri dicono che ieri su Rai1 la fiction ‘Scomparsa’ ha ottenuto 6,230 milioni e il 24,1%% e che su Canale 5 ‘GF Vip’, di durata molto più lunga, si è attestato a 5,374 milioni e 28,71%. Se si confrontano i risultati ottenuti nel periodo in cui le due trasmissioni erano contemporaneamente in onda, emerge una leggera prevalenza della tv pubblica: Rai1 a 6,202milioni e 24,3% e Canale 5 a 6,130 milioni e 24%, ma molto dipende pure dal maggior numero di pausa pubblicitarie del ‘Grande Fratello Vip’. Entrambe le trasmissioni hanno corso per lunghi tratti, fino a dopo le 23.15, sopra la soglia dei 6 milioni di spettatori. E quando è finita la fiction di Rai1 il reality ha dominato, toccando il 46,5% di share dieci minuti prima dell’una di notte.

Sopra ‘Scompars’; sotto ‘il ‘GfVip’

Il ‘Gf Vip’ è andato fortissimo anche dopo. La parte ‘Night’ ha avuto 2,7 milioni di spettatori e il 40,56% e la parte successiva ‘Live’ 1,3 milioni e il 23,56%. Dietro il reality, in seconda serata, ha fatto un po’ meglio del solito ‘Che fuori tempo che fa’ (al 12,72%), che schierava Francesco Moser, papà di Ignazio (star del reality), rispondendo così alla Blasi e Alfonso Signorini che avevano apparecchiato l’incontro sentimentale nella Casa tra la ‘faziana’ Filippa Lagerback ed il recluso Daniele Bossari.

‘Che fuori tempo che fa’

In prima serata l’unica rete che ha resistito al predominio delle big è stata Rai3. Stavolta Sigfrido Ranucci& co. non avevano nel mirino problemi o aziende nazionali. ‘Report’ ha proposto una puntata in cui le tre inchieste convergevano tutte nello spiegare come i tedeschi si avvantaggino più di ogni altro Paese dell’appartenenza all’Unione Europea.

Un momento di ‘Report’

L’autorevolezza del programma, messa al servizio di un sentiment protestatario molto diffuso e politicamente trasversale, ha prodotto un ottimo risultato di ascolto: quasi 2 milioni di spettatori ed il 7,5% di share. Poco, invece, hanno fatto tutti gli altri: su Italia1 il film fantasy action ‘300’ ha avuto 1,090 milioni di spettatori e il 4,1%; su Rai2 il telefilm ‘Criminal Minds’ ha toccato con gli episodi trasmessi quota 1 milione e 4%; su Rete4 il film vintage con Bud Spencer, ‘Chissà perché… capitano tutte a me’ ha conseguito 888mila spettatori e il 3,5%; su La7 i quattro episodi di Grey’s Anatomy hanno coinvolto 407mila spettatori con il 2%.

Sopra ‘Geo’; sotto ‘Otto e mezzo’

Tra le conferme importanti della giornata, in day time, l’ottimo risultato di ‘Geo’ (per Sveva Sagramola e Emanuele Biggi 12,4% di share sulla terza rete), prova provata che al pomeriggio non si debba per forza andare sopra le righe. In access, nella gara dei talk, ancora prevalenza chiara di Lilli Gruber (con Alessandro Di Battista e Riccardo Scamarcio ospiti) su Maurizio Belpietro: su La7 ‘Otto e mezzo’ a 1,665 milioni di spettatori e 6,21%; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’ a 1,041 milioni di spettatori e 3,91%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Figc: Gravina eletto presidente con il 97,2% dei voti

Editoria, Conte: tagli ai fondi non punitivi. Misura in contratto, ma i dettagli sono da definire

Il presidente Snag scrive a Crimi: bene spostare i contributi sui lettori. Ma aiutare chi va in edicola, non chi si abbona