I vertici Fieg incontrano il ministro Lotti. Tra i temi affrontati le difficoltà e le sfide future del settore e le iniziative messe in campo dal governo

Si è tenuto oggi presso la Fieg un incontro tra il Ministro con delega per l’informazione Luca Lotti – accompagnato dal Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, Ferruccio Sepe – e i vertici della Federazione Italiana Editori Giornali in rappresentanza delle principali aziende editrici di quotidiani, periodici e agenzie di stampa.

Nel corso dell’incontro, spiega una nota diramata dalla Fieg, si è discusso sulle tendenze in atto nell’editoria e sulle iniziative assunte dal Governo – dalla nuova legge dell’editoria e fino alle più recenti misure strutturali -, riflettendo sulle prospettive future e sulle ulteriori azioni da intraprendere.

Nella foto, Luca Lotti e Maurizio Costa

“È stata un’occasione, importante, sia di confronto sia per fare un bilancio sui provvedimenti concreti messi in campo dal Governo in questi ultimi 4 anni”, ha detto il ministro Lotti. “Abbiamo colto l’occasione per analizzare le sfide dei prossimi anni per un settore strategico per il nostro Paese e fondamentale per la nostra democrazia”.

“La crisi che ha investito l’editoria giornalistica ha avuto dal Governo un livello di attenzione assolutamente apprezzabile”, ha detto il presidente Fieg, Costa, sottolineando però come restino aperti “i nodi della tutela dei contenuti, della trasparenza del mercato pubblicitario, della funzionalità della rete delle edicole”. “Resta la necessità di ulteriori processi di recupero di efficienza delle aziende editoriali”, ha aggiunto.
“È inoltre emerso unanime oggi un accorato appello che ribadisce come il settore editoriale sia non solo una realtà industriale ed economica di grande rilevanza, ma anche e soprattutto un pilastro essenziale per una informazione polifonica, autorevole e documentata, irrinunciabile per la società civile”, ha concluso Costa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Calcio in tv, a Napoli è boom dei decoder pirata con Dazn

Tragedia di Genova, dopo il duro colpo alla reputazione del gruppo, l’impegno di Autostrade ‎per la città

Dazn, primo accordo extra-televisivo: Serie A in streaming ai clienti Tim