04 dicembre 2017 | 11:58

Il Sole 24 Ore non ha bisogno di ulteriori manovre finanziarie. L’ad Moscetti: sviluppiamo l’azienda. Rebranding in vista? Faremo tutto ciò che è necessario per tornare ai vecchi splendori

Il ‘Sole 24 Ore’ non ha bisogno di ulteriori manovre finanziarie. “Assolutamente no, non ne vedo la ragione”, visto che quella che si è appena conclusa, “è stata un’importante manovra finanziaria con 50 milioni di aumento e circa 40 milioni derivanti dalla cessione della formazione”. Così Franco Moscetti, ad del Sole 24 Ore, a margine della cerimonia per il decennale di Maire Tecnimont in Borsa, a Milano.

Franco Moscetti (foto Olycom)

“Ora – dice – dobbiamo sviluppare i ricavi, l’azienda, come succede in qualsiasi altra impresa. Dopo questa manovra, rispetto a un anno fa, mi sento più sereno”. Altre cessioni? “Direi di no, il nostro perimetro di riferimento è quello che è, anche se le cessioni possono essere un ragionamento di opportunità, possono capitare tra un anno, due anni o cinque”. Non sono entrati nuovi grandi investitori durante l’aumento, per lo più in opzione a Confindustria:”Si tratta di piccoli investitori ma non legati a grandi gruppi industriali” sottolinea.

A proposito di un possibile rebranding delle testate e del marchio, riporta l’AdnKronos, Moscetti spiega: “faremo tutto quello che è necessario per riportare il Sole ai vecchi splendori. E’ l’impegno che ho preso quando sono arrivato e non ho cambiato idea adesso che abbiamo risolto problema della manovra finanziaria”.