Anno record per i giornalisti in cella. Turchia, Cina ed Egitto sul podio per numero di reporter in gattabuia

Calano da 81 a 73 i giornalisti in carcere in Turchia, tutti per crimini contro lo Stato. Ma il Paese presieduto da Recep Tayyip Erdoğan rimane il primo per numero di reporter in prigione. Seguono, sul podio dei Paesi che hanno sbattuto più giornalisti dietro le sbarre, Cina ed Egitto, rispettivamente con 41 e 20 casi. Sono questi i dati diffusi dal Comitato per la protezione dei giornalisti (Cpj).

 

Il numero dei giornalisti imprigionati nel mondo ha fatto registrare quest’anno un nuovo record negativo, passando dai 259 del 2016 ai 262 del primo dicembre scorso, riporta la Ong che ha base a New York. “Una vergogna”, secondo il direttore esecutivo del Cpj Joel Simon.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky e Wavemaker in coro dal Wired Next Fest: data scientist e content manager cercansi

Il dibattito sulla crisi delle news ha bisogno di fare i conti con la realtà dei fatti

Fnsi-Uspi, primo contratto per i periodici locali. C’è anche il redattore web