Con Tim percorso trasparente sulla Rete, dice il ministro Calenda. L’obiettivo di questi incontri è capire cosa sia meglio per il Paese e per la telco

Quello di ieri con l’a.d. di Telecom I. Amos Genish è stato “un incontro positivo, nel corso del quale Telecom ha fatto vedere il processo che intende seguire per valutare le opzioni sulla rete. Mi sembra un percorso corretto, trasparente, che si fonda su un rapporto con le amministrazioni indipendenti e ovviamente con le sue valutazioni di business”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, a margine di una conferenza stampa al Ministero, parlando dell’incontro che ieri ha avuto con il manager Tim. “Ci siamo dati appuntamento a gennaio per rivederci e fare un aggiornamento, e poi un lavoro che si deve concludere entro febbraio”, ha riferito ancora il ministro.

Carlo Calenda (foto Olycom)

Calenda ha anche precisato che la sua lettera al gruppo di tlc resta utile come base per un “assessment su cosa è la rete”. A chi gli chiedeva se fosse escluso lo scorporo, Calenda ha replicato: “per la verità con me Genish non ha escluso proprio nulla e credo che l’obiettivo di questi incontri e tavoli di lavoro sia capire cosa è meglio, da un lato per Telecom e, dalla nostra prospettiva, che cosa è meglio per il Paese. Speriamo che le due cose possano coincidere – ha concluso Calenda – e io penso che possano coincidere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

EBay accusa Amazon: pratiche illecite per sottrarre venditori alla piattaforma di retail

Feltri: il nemico Mauro deve ritornare a fare il direttore; non si capisce perchè sia stato messo da parte

Parte forte ma non fortissimo Rocco Schiavone. Vespa ammansisce Le Iene con la ‘denuncia’ di Di Maio