15 dicembre 2017 | 10:41

Sarà la felicità il tema scelto dal ‘Tempo delle donne’ per il 2018. Da gennaio al via indagini e inchieste, che culmineranno nella tre giorni di settembre alla Triennale

Dopo le inchieste su lavoro, maternità, sesso & amore e la più recente dedicata a ‘uomini & Cambiamento’, sarà la felicità il tema scelto per la quinta edizione del Tempo delle Donne, la festa-festival organizzata da Corriere della Sera da un’idea de La27esimaOra e in collaborazione con IoDonna, Fondazione Corriere della Sera e ValoreD. “Il concetto di felicità sta cambiando”, ha spiegato Barbara Stefanelli, vicedirettore vicario del Corriere della Sera e direttore artistico della manifestazione, alla presentazione che si è svolta il 14 dicembre all’Anteo Palazzo del Cinema. “L’incertezza e l’ansia di libertà e di ridefinizione continua dei nostri desideri ci porta a vivere nel ‘qui ed ora’. È probabilmente in questo spazio che si nasconde la felicità. Vogliamo allenarci a riconoscerla, impegnarci per ottenerla, conservarla e condividerla”.  “Non sarà solo una ricerca intima e personale: il desiderio è anche trovare una risposta possibile al rancore che sta scuotendo la dimensione pubblica”, ha aggiunto Stefanelli.

Barbara Stefanelli (credits: Fotogramma)

Con il lancio del tema parte il percorso del Tempo delle Donne per il prossimo anno. Un percorso che tra gennaio e febbraio vedrà lo svolgimento di un’indagine a campione, a inizio marzo la pubblicazione dei risultati seguiti dall’inchiesta vera e propria, e che culminerà con più di 100 eventi in programma dal 7 al 9 settembre negli spazi della Triennale.

Alcuni momenti della serata di presentazione. Nelle foto, oltre a Barbara Stefanelli, si riconoscono la cantante Andrea Mirò, Urbano Cairo e la moglie Mali Pelandini, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana, la direttrice di Io Donna Diamante D’Alessio, la cantante Noemi e l’attrice Cristiana Capotondi (credits: Fotogramma)

“Il 2017 è stato un anno di grande dinamismo e fermento per il Corriere della Sera, con la partenza di nuovi e importanti progetti editoriali”, ha detto Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di RCS MediaGroup, che ha definito in ‘Tempo delle donne’ “una delle iniziative più significative che avremo nel 2018″.

“Abbiamo visto un successo crescente in termini di pubblico e anche dal punto di vista delle aziende che hanno voluto associare il proprio nome a un progetto dal forte contenuto valoriale”, ha evidenziato Raimondo Zanaboni, direttore generale RCS Pubblicità, ricordando come nei 5 anni di vita della manifestazione siano aumentati i brand che l’hanno scelta “per raccontare i propri progetti”, partecipando in attivamente alla progettazione dei contenuti con la direzione artistica.