Analisi ascolti tv 17 dicembre: Fazio vince, ma il fenomeno di serata sono ‘Le Iene’, mentre flette Giletti. Al pomeriggio senza la D’Urso, meglio i contenitori Rai. Bene Mezzora in più con la staffetta Di Maio-Salvini

Sorpresa, ma fino ad un certo punto. Ieri ‘Che tempo che fa’ e ‘Le Iene Show’ hanno lottato quasi alla pari in prima e seconda serata. Fabio Fazio ha cominciato prima, intervistando in sequenza, nella prima parte, un importante carnet di ospiti: Emma Bonino, Antonella Clerici, Fabri Fibra e Tiziano Ferro, Lewis Hamilton, Antonio Albanese, Paola Cortellesi e Vito Mancuso, prima di dare spazio alla ‘solita’ Luciana Littizzetto. Ed è rimasto sui livelli, buoni, delle precedenti due puntate: 3,9 milioni e il 15,5% di share, con la seconda fase del ‘tavolo’ in crescita (2,321 milioni ed il 14,53% di share). Era però legittimo aspettarsi un po’ di più dal programma di Rai1, che non doveva affrontare la mitica ‘Rosy Abate’, ma soltanto una serie inglese un po’ snob, ‘Victoria’ (su Canale 5 a 2,371 milioni di spettatori ed il 10,8% di share).

Nella foto, sopra ‘Le iene’ e ‘Che tempo che fa’; sotto ‘Non è l’arena’ e ‘Victoria’

Ma a raccogliere la quota più rilevante di scontenti, di pubblico cioè in uscita dall’ammiraglia privata, è stata Italia 1. Mettendo nel menù Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, servizi seri, più di un pezzo su molestie e predatori sessuali, un’intervista a Nadia Toffa (conduttrice dello show in convalescenza) e, nel finale, provocando i politici su ipotetiche frequentazioni di prostitute, la trasmissione ha fatto il record stagionale: 2,863 milioni di spettatori e il 15,1% di share. Nella fase in cui Fazio e ‘Le Iene’ sono stati in onda contemporaneamente il vantaggio di Rai1 (14,5%) su Italia 1 (13,8%) non è stato ampio. E quando è terminato il programma dell’ammiraglia pubblica la trasmissione di Davide Parenti è riuscita in nottata a superare il 20% di share.

Dietro Rai1, Italia 1 e Canale 5 ci sono state poche sorprese: su Rai2 il telefilm ‘Ncis’ ha riscosso nella media dei due episodi 1,8 milioni di spettatori e il 7,16%, su Rai3 la pellicola commovente ‘L’incredibile caso di Timothy Green’ ha totalizzato 1,2 milioni di spettatori e il 5%, su La7 l’appuntamento con Massimo Giletti e ‘Non è l’Arena’ (politica, post terremoto, David Parenzo contro Alessandra Mussolini, molestie sessuali, Wanna Marchi) è calato a 1,066 milioni di spettatori ed il 5,3%; su Rete4 il film action ‘Firewall’ si è fermato a 829mila spettatori e il 3,54%.

Fuori dall’ambito generalista, sono state almeno due le prestazioni da registrare: su Tv8 ‘Guess my age special’ è arrivato a 722mila e il 3%, con Fedez e Mara Maionchi che – tra i concorrenti di Enrico Papi – non hanno riconosciuto la campionessa Sara Simeoni; sulle due pay, inoltre, Atalanta-Lazio, finita tre a tere, ha avuto complessivamente 1,275 milioni di spettatori con il 5%.

‘Guess my age’

In day time, con Barbara D’Urso a riposo, hanno fatto bene i contenitori di Viale Mazzini: su Rai1 ‘Domenica In’ ha riscosso il 14,44% del pubblico; su Rai2 ‘Quelli che aspettano’ ha avuto l’8,43% e ‘Quelli che il calcio’ l’8,9%; sulla terza rete, invece, ‘Kilimangiaro’ ha conseguito il 6,83% e il 9,45% di share.

‘Domenica in’

Interessante ma senza storia il confronto delle 14.00 tra Lucia Annunziata e Giovanni Monoli: su Rai3 ‘Mezzora in più’ con Luigi Di Maio che ha evitato anche la minima interazione con Matteo Salvini ha totalizzato il 7,78%, mentre su La7 ‘Faccia a faccia’ ha avuto l’1,9%.

‘In mezz’ora in più’

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Morto il vignettista Vincino. Vauro lo saluta così

Tar del Lazio respinge ricorsi contro contributo di solidarietà. Inpgi: conferma che strada intrapresa è corretta

Con 800 milioni di internauti la Cina è la più grande comunità online. L’ecommerce 2018 vale già 600 miliardi