19 dicembre 2017 | 18:00

Su Rai Play Radio dieci canali del servizio pubblico. Roberto Sergio: è la nostra svolta digitale, abbiamo investito fortemente sulla digitalizzazione della radio

Presentata oggi negli studi di Via Asiago la nuova  piattaforma Rai Play Radio sui cui sono disponibili tutti i contenuti live e on demand di Radio1, Radio2, Radio3, dei due canali tematici (Isoradio, GrParlamento) e i cinque specializzati (Radio Tutta Italiana, Radio Classica, Radio Techetè, Radio Live, Radio Kids).

In pratica su Rai  Play Radio è possibile ascoltare e riascoltare l’offerta radiofonica del servizio pubblico su smartphone, tablet e pc.

Roberto Sergio (Foto: Olycom)

Roberto Sergio, presidente Radio Rai (Foto: Olycom)

 

”Oggi è stato fatto un grande passo in avanti che ci permette di guardare al futuro con piglio diverso, è la nostra svolta digitale. Dopo aver dato vita, qualche mese fa, a cinque nuovi canali digitali specializzati ora arriviamo al pubblico con una offerta importante e ben definita per l’intera filiera della catena distributiva”, queste le prime parole di Roberto Sergio, Direttore di Rai Radio in occasione della presentazione di RaiPlay Radio. ”Tutti i contenuti live e on demand di Radio1, Radio2, Radio3 e dei sette  canali specializzati, sulla a nuova piattaforma per ascoltare e riascoltare le radio della Rai tramite web e app rappresentano il risultato finale dello sforzo fatto da diversi settori del Gruppo.

Abbiamo deciso di investire fortemente sulla digitalizzazione della radio e questo sta accadendo con fatti concreti e reali. Oltre a ciò abbiamo scelto di impegnarci per arrivare ad una copertura del 70% della popolazione italiana partendo da quella ‘T’ autostradale immaginaria che va da Torino a Trieste arrivando a Salerno per arrivare poi alla direttrice adriatica, tirrenica e finire con le isole. Ci accingiamo, poi, a rifare i diversi studi radiofonici: abbiamo iniziato da Radio1 con le sale dei Gr a Saxa Rubra e l’obiettivo è quello di dare una nuova veste a tutti gli studi con scenografie innovative, digitalizzandoli predisponendoli così ad una fruizione completa che possa essere utile anche alla tv e all’immediatezza legata alle nuove app. L’ipotesi finale è quella di realizzare la ‘radiovisione’ da portare sui canali del segnale tv del digitale terrestre perché con Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio e le proposte specializzate la Rai continua nel solco – deciso – del Servizio Pubblico. L’impatto e i feed back che abbiamo avuto dopo la nascita di Radio Tuttaitaliana, Radio live, Radio, Radio Techetè, Radio Classica e Radiokids sono assolutamente positivi: siamo attori attivi della nuova era radiofonica”.

RadioRai spiega Rai Play Radio

L’app ‘RaiPlay Radio’, disponibile per tutti gli smartphone e tablet con sistemi operativi iOS e Android, è pensata – spiega una nota Rai – per essere una vera e propria “radiolina del terzo millennio”. A disposizione degli utenti mobile i contenuti audio, in diretta e in archivio, senza distrazioni ma con la possibilità di creare playlist, scaricare i programmi per riascoltarli offline e utilizzare comandi semplificati quando si è alla guida con l’innovativa modalità car mode.

Sul sito e sull’app l’esperienza di fruizione è arricchita dalla presenza dei servizi di personalizzazione, basati su registrazione, che permettono agli ascoltatori di semplificare i percorsi di scoperta ed ascolto dei loro programmi preferiti.

Nella home del sito e nella schermata principale dell’app, subito in evidenza le sezioni principali, con i canali, i palinsesti, i programmi, e – per i dispositivi mobili – l’area ‘Mia Radio’, con i contenuti personalizzati. Facilmente visibili i suggerimenti, proposti in base alle preferenze espresse in precedenza dagli utenti.

Sul nuovo sito raiplayradio.it, ottimizzato per essere perfettamente fruibile da qualsiasi browser, gli ascoltatori troveranno l’intera gamma dei contenuti dei canali: i programmi in diretta e on demand ma anche foto, video, articoli e iniziative speciali. Tutta l’offerta dei canali di Rai Radio in pochi click, grazie ad un’interfaccia semplice e innovativa.

Sul sito e sull’app l’esperienza di fruizione è arricchita dalla presenza dei servizi di personalizzazione, basati su registrazione, che permettono agli ascoltatori di semplificare i percorsi di scoperta ed ascolto dei loro programmi preferiti.

Nella home del sito e nella schermata principale dell’app, subito in evidenza le sezioni principali, con i canali, i palinsesti, i programmi, e – per i dispositivi mobili – l’area ‘Mia Radio’, con i contenuti personalizzati. Facilmente visibili i suggerimenti, proposti in base alle preferenze espresse in precedenza dagli utenti.

Tutta l’esperienza di navigazione si basa su un grande pulsante player sempre in evidenza sul sito e sull’app: un vero e proprio ‘telecomando digitale’ attraverso il quale è possibile utilizzare le funzioni di RaiPlay Radio, ascoltando le dirette, riascoltando i contenuti appena trasmessi e il palinsesto degli ultimi 7 giorni, riscoprendo l’archivio di Rai Radio, condividendo sui social il contenuto che si sta ascoltando.

Una novità per avvicinare ancora di più la radio agli utenti: da smartphone e tablet gli ascoltatori potranno comunicare in diretta con i programmi attraverso un semplice click: sull’app è infatti presente una funzione che consente di inviare un messaggio immediato whatsapp, sms o email alla redazione. Rai Radio è all’ascolto, per un’esperienza radiofonica ancora più interattiva.

L’offerta digitale di RaiPlay Radio – come già quella di RaiPlay – si completa sui social, con una strategia distributiva integrata volta a massimizzare le occasioni di coinvolgimento degli utenti, promozione e fruizione dei contenuti, valorizzando a pieno il ruolo e le caratteristiche peculiari dei social network.

Con RaiPlay Radio arriverà anche una nuova esperienza social della radiofonia, fatta di contenuti speciali, video e un dialogo costante con gli utenti su tutti gli account di programmi e reti.