Importante che il nuovo contratto di servizio Rai si occupi anche del lavoro, dice Rita Borioni. Fondamentale rimettere al centro talenti, competenze e formazione

“E’ davvero importante che nel nuovo Contratto di Servizio Rai sia contenuto un articolo che si occupa del lavoro e che prevede la presentazione entro sei mesi di un piano finalizzato a valorizzare merito e professionalità del personale e, al contempo, a stabilire modi e criteri per stabilizzare il personale con contratti a tempo determinato o di collaborazione continuativa”. Lo mette in evidenza la consigliera Rai, Rita Borioni, osservando come “il parere stabilisce anche che si dovrà finalmente (ri)dare vita a un ufficio studi per la realizzazione di indagini e studi sull’attività dei media di servizio pubblico, dopo anni di assenza in Rai”.

Rita Borioni

“In entrambi i casi”, ha aggiunto Borioni – stando a quanto riporta l’AdnKronos – , “si va incontro a temi che, anche insieme ai colleghi consiglieri, ho sollevato in diverse sedi e
con cui ho discusso con operatori, lavoratori e studiosi. E’ fondamentale che tornino al centro dell’attività del concessionario del servizio pubblico i talenti, le competenze, la formazione, l’innovazione, le professionalità, la tutela del lavoro e dei diritti. Grazie a chi, con me e tanti altri, sta lavorando perché ciò avvenga”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Giornalisti, il ministro della Giustizia Bonafede: gli attacchi di Di Maio? Un dovere denunciare certa stampa

Abodi (Credito Sportivo): pronti 2 miliardi da investire sulle infrastrutture sportive. Sarebbe folle non ottimizzarli

Domani sui giornali una pagina con l’articolo 21 della Costituzione. Editori e giornalisti uniti per informazione libera e pluralista