New media

28 dicembre 2017 | 17:00

Il 20% di chi naviga segue le competizioni sportive su Facebook e Twitter. I dati GlobalWebIndex: tendenza maggiormente diffusa tra i più giovani. L’Africa il continente più social (INFOGRAFICA)

Anche lo sport non è immune al fascino della rete. A dimostrarlo, i dati delle emittenti tv che un pò in tutto il mondo registrano cali dell’audience mentre quasi la metà degli appassionati ammete di guardare le diverse manifestazioni sportive online. Senza dubbio sono i social a esercitare la maggiore attrazione. Il 20% degli utenti in rete, afferma infatti di seguire le varie competizioni su piattaforme come Twitter e Facebook, e non è certo difficile intuire quanto questi stessi utenti potrebbero apprezzare la possibilità di vedere direttamente qui match e gare.

Probabilmente la tv resta sempre la prima scelta, e i social più che sostituirla avranno la funzione di integrarla. Ma è evidente come il pubblico sportivo si stia evolvendo. E non a caso Twitter, Facebook, e più recentemente anche Amazon, hanno messo sul piatto diversi milioni di dollari per assicurarsi i diritti delle manifestazioni sportive.

Il sito GlobalWebIndex ha riassunto in un’infografica come si distribuisce il pubblico che segue online gli sport. La fascia d’età più sensibile alla rete è quella che va dai 16 ai 24 anni (22%); di contro i meno propensi all’uso del web sono gli adulti over 55 (12%).
A livello geografico invece gli appassionati si concentrano soprattutto in Africa (26%), mentre la tendenza a utilizzare altri mezzi è evidente in Europa e Nord America (16 e 14%).

(elaborazione realizzata dal sito GlobalWebIndex)