“Gli ascolti 2017 sono in linea con l’anno precedente”. Rai precisa: da settembre il prime time +0,9%

In merito a quanto riportato da alcune testate su una presunta “fuga dalla Rai” relativa ai dati Auditel 2017, Rai precisa in una nota che – contrariamente a quanto scritto – i risultati del 2017 sono in linea con il precedente anno, con una forte crescita negli ultimi 4 mesi. Dal 1 settembre al 31 dicembre, infatti, l’offerta Rai ha guadagnato nell’intera giornata +0.5 punti di share e +123 mila spettatori rispetto allo stesso periodo del 2016. Ancora più importante è l’incremento nel prime time e nel daytime: in prima serata i canali Rai conquistano in entrambe le fasce quasi un punto in più, +0.9, con + 146 mila spettatori nella prima serata e +195 mila nel daytime rispetto al 2016.

Mario Orfeo (foto olycom)

Mario Orfeo (foto olycom)

Sull’intero anno i risultati restano allineati al precedente, considerato che gli ascolti del 2016 sono stati influenzati dagli Europei di Francia e dalle Olimpiadi di Rio nei mesi di giugno, luglio e agosto. Escludendo questo periodo, infatti, Rai cresce del +0.2 nell’intera giornata, + 0.6 nel prime time e +0.2 nel daytime mentre i principali competitor presentano un calo in tutte le fasce. Non una “fuga dalla Rai”, dunque, ma una “fuga verso la Rai”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Cda Rai: il Parlamento elegge i consiglieri Borioni e Coletti (Senato), De Biasio e Rossi (Camera) – CHI SONO

Vigilanza Rai, Fnsi-Usigrai: con Barachini istituzionalizzato il conflitto d’interessi

Netflix apre alla radio con un canale dedicato alle commedie. E prova a calamitare nuovi clienti