Il 31 gennaio sarà pagata la rata 2017 per l’indennità ex fissa. Prorogato il termine per le adesioni al pagamento in misura ridotta

La rata dell’indennità ex fissa, nella misura minima di 3mila euro prevista dagli accordi sottoscritti nel 2014 da Fieg e Fnsi, sarà pagata il 31 gennaio prossimo. Come spiega la Fnsi, a beneficiarne saranno i giornalisti aventi diritto che non hanno manifestato l’intenzione di chiedere il pagamento anticipato in misura ridotta. A quest’ultima opzione ha aderito ad oggi il 30 per cento dei 1.948 aventi diritto. La Commissione paritetica Fieg-Fnsi, venendo incontro alle sollecitazioni pervenute, ha deciso di prorogare al 20 gennaio 2018 il termine per inviare all’Inpgi le eventuali manifestazioni di interesse, tramite il modulo allegato alla lettera raccomandata che gli interessati hanno ricevuto.

I giornalisti che hanno chiesto di aderire ad una delle tre opzioni di pagamento anticipato con decurtazione, prosegue la Fnsi, saranno liquidati nel corso del 2018 in base alle risorse che si renderanno disponibili, secondo un criterio cronologico stabilito dalla data di collocamento in pensione (a parità di data, si terrà conto dell’anzianità anagrafica). La liquidazione sarà preceduta dalla sottoscrizione di transazioni individuali. Le opzioni disponibili sono tre: il 50 per cento del credito residuo in un’unica soluzione; il 55 per cento in tre rate annuali; il 60 per cento in cinque rate annuali. Come specificato nella lettera inviata a dicembre, si tratta di una scelta libera e volontaria.

Saranno aggiornate in tempi brevissimi le singole posizioni individuali, con il credito maturato da ciascun avente diritto, per consentire a tutti di conoscere l’ammontare della somma spettante. Acquisiti i dati, la Fnsi istituirà un servizio di ulteriore supporto a quello già fornito dagli uffici dell’Inpgi, che permetterà agli aventi diritto di conoscere in tempo reale il credito maturato.

Sul sito della Fnsi anche il modulo che si può inviare all’Inpgi entro il 20 gennaio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Juventus Tv, rinasce sul web con un canale on-demand

Rai, Laganà: ricerca di intesa politica delegittima l’azienda e blocca il cambiamento

La classifica dei media italiani più attivi sui social e dei post con più interazioni a luglio – INFOGRAFICHE