Analisi ascolti tv 14 gennaio: con Meryl Streep e Tom Hanks, Fazio batte la fiction Taodue su Libero Grassi. Giletti si difende con la Raggi. In day time bene l’Annunziata con Salvini e Padoan e la D’Urso con Berlusconi

E’ stata – quella di ieri – una domenica ancora favorevole all’ammiraglie, che sia in day time che in prima serata non hanno dovuto confrontarsi con le partite del campionato di Serie A, in pausa, e di solito in onda sulle pay. In prima serata ha vinto la sfida Fabio Fazio. Su Rai1 ‘Che tempo che fa’ ha conquistato 4,969 milioni di spettatori ed il 18,81% nella prima parte e 2,8 milioni ed il 15,73% di share nella seconda parte.

Il talk dell’ammiraglia pubblica così – dopo avere avuto la peggio nel confronto con le fiction ‘L’Isola di Pietro’ e ‘Rosy Abate’ – ha se non altro avuto la meglio su ‘A Testa Alta’, il bel film tv del Biscione sulla vita di Libero Grassi. Il primo dei quattro progetti del ciclo ‘Liberi sognatori’ targato Taodue e trasmesso da Canale 5 ha riscosso 3,884 milioni e il 16,1%. In realtà – se si considera la fase in cui le due proposte sono state in onda contemporaneamente – le distanze tra le reti risultato accorciate, con Rai1 a 4,093 milioni e il 17% e Canale 5 a 3,850 milioni e il 16%.

Se si vede l’andamento delle curve, inoltre, emerge come Fazio sia rimasto in testa fino alle 22.30 circa, nella fase cioè in cui ha ospitato – tra gli altri, Tom Hanks e Meryl Streep (era annunciato anche Steven Spielberg di cui però non si è vista traccia) – mentre subito dopo ha avuto il sopravvento la storia con Luca Tirabassi nei panni dell’imprenditore palermitano anti pizzo ucciso dalla mafia.

Nella foto, sopra ‘Che tempo che fa’ e ‘Liberi sognatori’; sotto ‘Non è l’arena’; ‘Amore Criminale’ e ‘Hunger Games’

Dietro le due reti principali, hanno raccolto più o meno lo stesso numero di spettatori, alternandosi al terzo posto della graduatoria, Rai2, Rai3, Italia 1 e La7: su Rai2 il primo dei tre telefilm trasmessi dalla rete in sequenza, ‘Ncis’, ha prodotto 1,885 milioni di spettatori con il 6,94%; su Italia1 il film fantasy con Jennifer Lawrence, ‘Hunger Games- La ragazza di fuoco’ ha conseguito 1,451 milioni di spettatori con il 6,51%; su La7 ‘Non è l’Arena’, con Massimo Giletti che ha intervistato il sindaco di Roma Virginia Raggi, e poi è andato avanti fino all’una di notte riaffrontando il caso Bellomo con una protagonista dei corsi che non ha mostrato il volto e discusso di varia attualità con (tra gli altri) Antonio Di Pietro, Laura Ravetto, Stefano Bonaccini, Pietro Senaldi, Klaus Dhavy, Vladimir Luxuria e Rosa Calvi, ha portato a casa 1,395 milioni di spettatori e il 6,9% di share. Su Rai3, inoltre, il docuformat di nera ‘Amore Criminale’, ha conquistato 1,360 milioni di spettatori e il 5,71%. Staccato da tutte le altre reti, in coda, è arrivato il film su su Rete4, ‘Sotto il segno del pericolo’, a quota 777mila spettatori con il 3,62%.

Sopra ‘Domenica cinque’ e In mezz’ora in più’

In day time, al pomeriggio, da segnalare la buona prestazione di Rai3: ‘Mezzora in più’ con Matteo Salvini e Piercarlo Padoan ospiti di Lucia Annunziata ha avuto il 7,8% di share e poi ‘Kilimangiaro’ ha conquistato l’8,5% e l’11,57%. Su Rai1 ‘Domenica In’ ha fatto poco: il 13,55% nella prima parte e il 10,99% nella seconda. Nettamente leader è stata Barbara D’Urso con ‘Domenica Live’. In particolare il contenitore di Canale 5 ha avuto il 18,3% nella fase della lunga intervista a Silvio Berlusconi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’Ue apre un’indagine sull’acquisizione di Shazam da parte di Apple

Tribunale accoglie ricorso di Tim e Vivendi: no a revoca consiglieri

Giornalisti sempre più vecchi, età media da 47 a 58 anni. Casagit: “Frana occupazionale”