Analisi ascolti tv 21 gennaio: Inter-Roma al 9,4% sulle pay fa calare molto Fazio e ‘Liberi Sognatori’. Giletti (con Berlusconi) pareggia con ‘Amore Criminale’. In day time Di Battista a Canale 5, D’Alema e Carelli a Rai3

C’era fame di calcio dopo la sosta del campionato, e il primo posticipo della Serie A proponeva sulle pay tv nella prima serata domenicale una sfida incandescente tra Inter e Roma. Il pareggio in rimonta dei nerazzurri a San Siro ha prodotto 2,5 milioni di spettatori ed il 9,4% di share (sommate le audience su Sky e quelle su Mediaset Premium) è questo ha finito per ridimensionare notevolmente le prestazioni di Rai1 e Canale 5, che in apertura di 2018 erano state particolarmente brillanti.

Sopra Inter-Roma; sotto ‘Che tempo che fa’ e ‘Mario francese’

Senza la concorrenza del calcio e puntando su Tom Hanks e Meryl Streep, la settimana scorsa ‘Che tempo che fa’ aveva ottenuto ben 4,9 milioni di spettatori ed il 18,8% di share nella prima parte. Stavolta il programma di Fabio Fazio è calato a 3,765 milioni di spettatori ed il 14,29% di share. In drastico ridimensionamento anche le prestazioni di Canale 5. Il primo dei titoli del ciclo ‘Liberi Sognatori’, ‘A testa alta’, dedicato alla storia di Libero Grassi, aveva conquistato quasi 3,9 milioni di spettatori con il 16,1%. Ieri il film tv Taodue che ricordava Mario Francese, ‘Delitto di mafia’, ha conquistato 3,051 milioni di spettatori con il 12,78%. La presenza del calcio ha fatto ridurre le distanze tra le due proposte: nel periodo in cui il talk e la fiction erano in contrapposizione diretta, Rai1 ha infatti ottenuto 3,2 milioni di spettatori e il 13,4% di share, mentre Canale 5 ha riscosso 3 milioni di spettatori e il 12,6% di share.

Interessanti anche gli equilibri tra le altre generaliste. E’ prevalsa di poco sulle altre Rai2 con i telefilm crime (‘Ncis’ a 1,8 milioni di spettatori e 6,64% e poi ‘Bull’ a 1,436 milioni e 5,88%), mentre sono arrivate sostanzialmente affiancate La7 e Rai3.

Sopra Silvio Berlusconi a ‘Non è l’arena’; sotto ‘Amore Criminale’

Tra le 20.35 e le 24.54 a ‘Non è l’Arena’ Massimo Giletti ha scatenato l’inferno: Paolo Ferrero contro Alessandra Mussolini sulle presunte offese alla memoria di Claretta Petacci fatte da Gene Gnocchi a ‘DiMartedì’, poi il lungo intermezzo con Silvio Berlusconi, quindi i passaggi di Efe Bal (l’escort transessuale che vuole pagare le tasse) e Sonia Bruganelli (la moglie di Paolo Bonolis accusata di ostentare ricchezza sui social). Il bilancio, in leggera flessione, è stato di 1,339 milioni di spettatori con il 6,61% di share. Il miracolo – chiamando a raccolta il pubblico femminile – lo ha fatto Veronica Pivetti, che con la seconda puntata di ‘Amore Criminale’ è salita a 1,5 milioni ed il 6,2%. Se si considera la fase in cui Pivetti e Giletti sono andati in onda contemporaneamente, però, il risultato è un sostanziale pareggio delle due proposte, a quota 1,5 milioni e 6,5%. Ma va sottolineato come nella fase con il leader di Forza Italia in studio, ‘Non è L’Arena’ sia stato la terza scelta della serata. Più staccati dai primi sono arrivati, infine, i film di Italia 1 (‘Hunger Games-Il canto della rivolta’ a 1,279 milioni di spettatori con il 5,3%) e Rete4 (‘The Family Man’ a 923mila spettatori e il 4,1%).

Dall’alto ‘Domenica 5’, ‘In mezz’ora in più’ e ‘Faccia a faccia’

Interessanti anche le dinamiche del day time: molto male al pomeriggio è andata la seconda parte di ‘Domenica In’ (12,85% nella prima parte e il 10,15% nella seconda). Su Rai2 sono rimasti in media ‘Quelli che aspettano’ (7,62% di share) e ‘Quelli che il calci’o (8,17%). Su Rai3 – considerata la concorrenza accresciuta – ha fatto bene ‘Mezzora in più’ con Massimo D’Alema ed Emilio Carelli ospiti di Lucia Annunziata (6,46%) e ha tenuto pure ‘Kilimangiaro’ (7,58% e 10,03). Su Canale 5 ‘Domenica Live’ ha conquistato l’11,36% nella presentazione e poi il 15,11%, il 17,77%, il 18,37%, il 14,88% e l’11,62% ospitando a lungo Alessandro Di Battista (che ha reso il 18,2% a Barba D’Urso, un pelo meno del passaggio di Berlusconi della settimana scorsa). Su La7, infine, ‘Faccia a Faccia’ ha raccolto uno share dell’1,9% con ospiti di Giovanni Minoli prima Carlo Verdone e poi, in chiusura, l’ex comandante dei Carabinieri Tullio Del Sette.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre