Il Tar respinge il ricorso di AdnKronos sulla gara delle agenzie stampa. Si riapre la partita sull’aggiudicazione del primo lotto fra AdnKronos e Dire/Mf DowJones

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dall’AdnKronos sulla gara delle agenzie di stampa che ripartisce attraverso diversi bandi la domanda di servizi d’informazione da parte della Presidenza del Consiglio per conto dell’Amministrazione dello Stato. L’esposto dell’agenzia che fa capo a Giuseppe Marra aveva in particolare interrotto l’aggiudicazione del primo bando al quale dovrebbe aver partecipato la stessa AdnKronos e l’Agenzia Dire insieme a MF-Dow Jones, quest’ultima rimasta esclusa dalle altre gare.

Se il primo lotto dovesse essere aggiudicato dalla AdnKronos, dovrebbe succedere nel terzo lotto, che si era aggiudicata in precedenza, l’agenzia Askanews, risultata al secondo posto, facendo rientrare l’agenzia di Luigi Abete, fra gli aggiudicatari del servizio, senza la necessità di una nuova gara. Per contro una nuova gara dovrebbe essere invece indetta per il quinto lotto, che rimarrebbe senza assegnatario se dovesse essere la Dire/MF-Dow Jones a vincere contro l’AdnKronos.

Qui il testo della sentenza del tar Lazio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Antonio Converti lascia la guida di Italiaonline. “Motivazioni personali”, successore in arrivo

In quattro anni i quotidiani hanno perso un milione di copie, da 2,9 a 1,9 milioni (-34%). Osservatorio Agcom

Amazon interessata alle 22 reti regionali sportive di Disney