Tim fa ricorso contro la Golden Power. de Puyfontaine: decisione tecnica. Recchi lascia deleghe, nuovo incarico in private equity

Tim ha deciso di fare ricorso al Presidente della Repubblica contro l’esercizio del golden power da parte del governo. La decisione è stata assunta nel corso di un breve cda svoltosi in mattinata.

Il vicepresidente di Tim, Giuseppe Recchi, ha comunicato la sua indisponibilità a mantenere le deleghe operative per nuovi impegni professionali. Secondo quanto viene riferito, Recchi sarebbe in procinto di assumere un ruolo operativo all’interno di un private equity internazionale. Recchi, che ha accompagnato la non semplice transizione di Tim. (Ansa)

Arnaud de Puyfontaine (foto Olycom)

“Come è stato detto è un ricorso tecnico, una misura tecnica, abbiamo le migliori relazioni con il Governo e palazzo Chigi: è solo un problema di calendario, una decisione tecnica”.

Lo ha detto Arnaud de Puyfontaine, presidente di Telecom Italia e Ceo di Vivendi, arrivando al Forum economico franco-italiano alla Luiss, parlando del ricorso sul golden power. “Le discussioni si svolgono nel miglior clima, in una situazione di cui sono felice – ha proseguito – Bisogna andare avanti, lavoriamo. E’ una misura puramente tecnica”, ha ribadito.  (MF-DJ)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rtl 102.5, accordo con Scf per la diffusione della musica in radio e multipiattaforma

Rai, Fico: il nuovo cda deve essere indipendente. Il servizio pubblico è dei cittadini, non del Governo

Nasce Reputation Science, joint venture tra Community Group di Palomba e Reputation Manager di Barchiesi