Analisi ascolti tv 25 gennaio: Don Matteo domina, Zalone difende Canale 5, Santoro intervista la Fallaci e rimonta su Formigli. Giù Del Debbio con Di Maio, flop Della Gherardesca. Gruber doppia Belpietro

Ha vinto facilmente la serata ‘Don Matteo’ (6,7 milioni e 28,8%), staccando ampiamente il nuovo passaggio di Checco Zalone su Canale 5 (‘Sole a catinelle’ a 3,763 milioni e il 15,62%). E sul terzo gradino del podio si è installato l’action fantasy di Italia1, ‘Captain America’, sia pure con un risultato modesto (1,377 milioni e 5,9%). Ma la partita più interessante di giovedì 25 gennaio, televisivamente parlando, è stata quella che, nelle posizioni di retroguardia, hanno giocato i tre programmi d’informazione ed il docu-reality che presidiano questa collocazione settimanale.

Nella sfida tra i talk giornalistici ha vinto, ma molto di misura e previa scomposizione dei dati, Corrado Formigli su La7. Collegandosi con Pioltello e raccontando anche il tragico incidente ferroviario della mattina in Lombaria, su La7 ‘Piazzapulita’, ha riscosso nella sua sterminata durata 864mila spettatori ed il 4,5% di share, in calo rispetto alla settimana precedente. Occupandosi di razzismo, aprendo su Genova e poi intervistando virtualmente Oriana Fallaci (interpretata da Stefania Rocca), completamente sganciato dai modi e dai menù tipo dei suoi competitor, Michele Santoro ha riscosso con ‘M’ 949mila spettatori ed il 4,11%. Avendo in apertura Luigi Di Maio e virando su Pioltello solo nella seconda parte, Paolo Del Debbio ha ottenuto con ‘Quinta Colonna’ solo 739mila spettatori e il 3,63%. Ancora peggio, però, ha fatto ‘Le spose di Costantino’, che su Rai2 ha totalizzato solo 690 mila spettatori ed il 2,7% di share (con Eleonora Giorgi in viaggio di nozze con Costantino Della Gherardesca in Georgia).

Se si vuole avere un’idea più chiara degli equilibri tra i programmi d’informazione bisogna però guardare agli ascolti ottenuti mentre tutte e tre le proposte erano in onda. Emerge così la citata, leggera prevalenza di Formigli: ‘Piazzapulita’ ha avuto 963mila spettatori e il 4,18%, ‘M’ 949mila spettatori e il 4,11%, ‘QuintaColonna’ 834mila spettatori ed il 3,63%. Non esaltante, considerato tutto e certi precedenti, si può considerare il risultato della sesta puntata di Masterchef 7 su SkyUno: 910mila spettatori di flusso e il 3,8% nella media dei due episodi.

L’analisi delle curve degli ascolti dice che ‘Don Matteo’ è rimasto leader incontrastato fino alla fine (23.40). Subito dopo, grazie anche al fortissimo traino della fiction, ‘Porta a Porta’ – con Bruno Vespa che ha dedicato ampio spazio all’incidente ferroviario alle porte di Milano e poi ha ospitato Maurizio Lupi e fatto previsioni sull’esito delle elezioni con i sondaggisti – ha conseguito il 15,15% di share e ha avuto la meglio sulla concorrenza diretta de ‘L’Intervista’, con Maurizio Costanzo che confessando Antonella Clerici è arrivato all’11,62%, e con l’ultima parte di ‘Piazzapulita’ che ha corso da terza opzione forte nella notte.

In access c’è stato ancora il dominio schiacciante di Lilli Gruber (Beppe Severgnini e Marco Travaglio tra gli ospiti) su Maurizio Belpietro: su La7 per ‘Otto e mezzo’, 1,754 milioni di spettatori e 6,6%; su Rete 4 per ‘Dalla vostra parte’ 860mila spettatori e 3,25%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram

Radio, i nuovi dati di ascolto Ter online il 24 luglio. Rilevato il primo semestre 2018

Iliad, raggiunto un milione di clienti in meno di due mesi. Levi: tempi sorprendenti, rilanciamo l’offerta