Analisi ascolti tv 28 gennaio: Fazio vola con Buffon e Cracco e stacca ‘Liberi Sognatori’. Giletti ha un malore, ma tiene botta. Day time: male Parodi, ok Annunziata senza Berlusconi (malato), D’Urso al 15% con Renzi

La salute di Silvio Berlusconi (assente a ‘Mezzora in più’ per ‘stanchezza’) e quella di Massimo Giletti – costretto a interrompere ‘Non è L’Arena’ dopo le 22.30 per un malore – sono stati tra fatti più curiosi della domenica televisiva appena passata in giudicato da Auditel. In prima serata – con una partita di calcio a ridotto appeal sulle pay (Roma-Sampdoria, a 1,5 milioni di spettatori con il 5,7%) – ha stravinto la serata Rai 1.

‘Che tempo che Fa’, con Liliana Segre, Gianluigi Buffon, Carlo Cracco, Emma e Betta Lemme e ovviamente Luciana Littizzetto nella prima parte, ha ottenuto ben 4,477 milioni di spettatori ed il 17%. E poi con il Tavolo, ha totalizzato 2,841 milioni di spettatori ed il 16,6% di share (nella media 3,8 milioni di spettatori ed il 16,87%). Sul secondo gradino del podio è salita Canale 5: il ciclo di film tv ‘Liberi Sognatori’ con il capitolo ‘La scorta di Borsellino – Emanuela Loi’, con Greta Scarano, Riccardo Scamarcio e Lorenza Indovina nel cast, ha conseguito 3,460 milioni di spettatori e 14,27% di share, in progresso rispetto al capitolo dedicato a ‘Mario Francese’. Nel periodo in cui le trasmissioni delle ammiraglie sono state in onda contemporaneamente ‘Che tempo che fa’ ha ottenuto 4,034 milioni ed il 16,65% di share e ‘Liberi Sognatori-Emanuela Loi’ 3,4 milioni ed il 14,11%.

Sopra ‘Che tempo che fa’ e ‘Liberi Sognatori’; sotto ‘Non è l’Arena’; ‘Hunger Games’ e ‘Amore criminale’

Sul terzo gradino del podio sono arrivati i telefilm di Rai2 (‘Ncis’ a 1,9 milioni e 7,05% e ‘Bull’ a 1,519 milioni e 6,25%), ma correndo con un vantaggio non ampissimo nei confronti de La7. ‘Non è l’Arena’, conclusosi anzitempo alle 22.40 (Marianna Madia in apertura), causa malore di Massimo Giletti influenzato, ha avuto 1,5 milioni di spettatori ed il 5,74% di share, precedendo per tutto l’arco della durata il format di Rai3 condotto da Veronica Pivetti (‘Amore Criminale’ a 1,4 milioni e 6,3%), il film di Italia1 con Jennifer Lawrence (‘Hunger Games-Il canto della rivolta2’ a 1,3 milioni e 5,64%), nonché, più nettamente, la pellicola action su Rete4 (‘The Bourne Legacy’ a 771mila e 3,46%).

Fazio ha dominato anche in seconda serata: con Fabio Volo, Nino Frassica, Gigi Marzullo, Orietta Berti, Lello Arena, Bianca Guaccero, Emma, Fabio Rovazzi, Michele Zarrillo e Federico Pellegrino tra gli ospiti, l’appendice ha tenuto a distanza la ‘Domenica Sportiva’ (a 1,2 milioni e 9,4% su Rai2).

Sopra ‘Domenica 5’ e ‘Domenica In’; sotto ‘Quelli che il calcio’, ‘Kilimangiaro’ e ‘In mezzora in più’

In day time questi i risultati rilevanti: in casa Rai, sulla prima rete al pomeriggio ha fatto male ‘Domenica In’ (l’11% nella prima parte e l’8,53% nella seconda); su Rai2 ‘Quelli che aspettano’ ha avuto il 7,96% di share e ‘Quelli che il calcio’ il 9,38%. Su Rai3 ‘Mezzora in più’ – con Beatrice Lorenzin, Maurizio Lupi, Giulio Santagata, Riccardo Maggi ospiti di Lucia Annunziata e Silvio Berlusconi assente giustificato per stanchezza – ha avuto il 5,67%. E poi subito dopo ‘Kilimangiaro’ ha conquistato il 6,46% con ‘Il Grande Viaggio’ e il 10,06% con ‘Tutte le Facce del Mondo’. Su Canale 5 ‘Domenica Live’ ha conquistato nei vari segmenti il 17,59%, il 19,32%, il 23,83% (con Loredana Lecciso), il 15,45% (nella parte elettorale con Matteo Renzi ospite) e l’11,71% nel finale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Radio digitale, Salini: di serie sulle auto nuove. Sergio: aumenta la fame di contenuti, Rai tira la volata all’intrattenimento in auto

Malagò contro il Governo: questa non è una riforma, ma un’occupazione del Coni. Replica da Giorgetti: autonomia dello sport non in discussione

Secolo XIX, Luca Ubaldeschi alla direzione. Massimo Righi “manterrà un ruolo di rilievo nel giornale”