Il 5 febbraio nuova assemblea della Lega di Serie A sui diritti tv. Assegnazione agli spagnoli di MediaPro o nuovo bando

E’ convocata per lunedì prossimo, 5 febbraio, l’assemblea della Lega Serie A chiamata a decidere sulla vendita dei diritti tv del campionato per il triennio 2018/21. All’ordine del giorno c’è infatti l’esito della trattativa privata per il Pacchetto Global (tutte le 380 partite del campionato) con gli spagnoli di MediaPro, unico soggetto a partecipare al bando per intermediari indipendenti con un’offerta iniziale di 950 milioni di euro più royalties, poco lontano dall’obiettivo fissato a un miliardo e 50 milioni di euro.

(foto Olycom)

Se non andrà a buon fine questo negoziato, spiega l’agenzia Ansa, la Lega e l’advisor Infront procederanno con un terzo bando. All’ordine del giorno infatti c’è anche l’invito a offrire diritti tv a pagamento sul territorio italiano, che potrebbe far tornare in corsa Sky, Mediaset e gli altri soggetti coinvolti nel bando per gli operatori tradizionali, che la scorsa settimana ha dato esito negativo.

Lo sviluppo delle trattative con MediaPro – al via da domani – e i possibili scenari saranno analizzati dalla commissione diritti tv della Lega che si riunirà giovedì e venerdì.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Cda Rai: il Parlamento elegge i consiglieri Borioni e Coletti (Senato), De Biasio e Rossi (Camera) – CHI SONO

Vigilanza Rai, Fnsi-Usigrai: con Barachini istituzionalizzato il conflitto d’interessi

Netflix apre alla radio con un canale dedicato alle commedie. E prova a calamitare nuovi clienti