La lettera dell’ad di Askanews ai dipendenti: finora solo strumentalizzazioni, discutiamo insieme delle conseguenze della crisi. Il Cdr: ricostruzione strumentale

L’ad di Askanews Daniele Pelli scrive ai dipendenti una lettera in cui assicura che il pagamento delle “competenze di gennaio”, “avverrà con valuta 2 febbraio p.v. secondo modalità in corso di definizione”. Ma replica anche alle prese di posizione del Cdr, alla luce del “perdurare di improprie strumentalizzazioni circa il pagamento della mensilità di gennaio” e precisa che l’azienda “ha più volte informato il CDR come il persistere di questa situazione di incertezza produca potenziali danni economico-patrimoniali e conseguenti effetti finanziari, nonché evidenti danni di immagine”.

“L’azienda – prosegue la lettera – rinnova l’invito a procedere all’incontro sindacale in sede Fieg richiesto più volte già a decorrere dal mese di ottobre e mai realizzato per indisponibilità dichiarata da parte delle rappresentanze sindacali con la ricorrente motivazione del pagamento delle competenze”.

Dura la risposta del Cdr, secondo cui “Pelli fornisce una ricostruzione strumentale, pretestuosa e non rispondente al vero delle gravi vicende aziendali e delle relazioni sindacali interne. Arrecando così lui stesso un danno di immagine all’agenzia”.

Il Cdr “auspica il ripristino del rispetto del contratto, delle corrette prassi aziendali e delle relazioni sindacali. Correttezza che riguarda anche la comunicazione dei dati di bilancio su cui il Cdr chiede, dopo le innumerevoli richieste avanzate, di esser finalmente messo a conoscenza delle informazioni, a cominciare dal bilancio previsionale 2017”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione